06/01/09

Australia, il film

La trama del film Australia, diretto da Baz Luhrmann (lo stesso di Moulin Rouge), con Nicole Kidman e Hugh Jackman, è molto avvincente e complessa. Provo a spiegarla.

Lei, artistocratica inglese del menga, va in Australia a cercare suo marito, convinta che lui se la stia facendo con delle puttane locali. Arrivata lì, lo trova morto stecchito. Per cui decide, giustamente, di fare quello di cui aveva ingiustamente accusato il marito. Detto fatto comincia a chiavare con tale “the drover”, il guardiano, di cui non sapremo mai il nome (vi assicuro però, che si riesce comunque a dormire abbastanza bene anche senza saperlo). Poi c’è un bambino mezzo aborigeno, mezzo no, che è buono e bravo e ha i poteri magici: quando canta c’è da toccarsi i coglioni perché non si sa che cazzo succederà.

E insomma, poi devono trasportare un sacco di mucche da un posto all’altro, ma – indovinate un po’? – ce la fanno nonostante i cattivi bianchi cerchino di fare tante cose brutte. Poi uno pensa che il film sia finito, cazzo, e invece no: portano via il bambino (poteva mancare l’accusa alla Chiesa Cattolica in un bel film moderno e al passo coi tempi? Cerrrrrto che no…), e lo mettono su un’isola a cantare. Poi però arriva il guardiano – classico duro ma dal cuore di panna – che lo salva, e pensa che lei sia morta. Ma anche lei pensa che lui – anzi, loro – siano morti, ma in realtà non è così. E infatti si incontrano di nuovo.

E uno dice, cazzo, ora sarà finito, e comincia a prendere il cappotto e si prepare ai meno 6 gradi fuori dal cinema, e invece no, maremma cagna, ci sono altre scene. Perché arriva nonno aborigeno, e allora…

Ma vaffanculo.

Altri fatti rilevanti a proposito del film:

  • Dura 2 ore e 45 minuti. Io mi ero rotto i coglioni dopo 15 minuti, che anche per i miei standard di sopportazione davvero molto bassi, è comunque un record. Dopo la prima ora ho capito che in realtà ero caduto in un buco nero, dove il tempo non passa, tutto è immobile nell’eternità.
  • I paesaggi, che nell’Australia vera sono davvero mozzafiato, nel film non ci sono. Il regista ha filmato il tutto seguendo la scuola detta “a cazzo di cane”.
  • Il film è una stuola infinita di cliché assurdi: l’altolocata e eterea nobildonna inglese che va nella terra selvaggia, la odia, ma si fa ripassare di diritto e di rovescio dal bruto di turno; il bruto di turno, duro e dal cuore d’oro; gli aborigeni tutti buoni tutti bravi (tranne il Giuda di turno, ma, ehi, un altro cliché); i giapponesi sono cattivi; la Chiesa Cattolica è cattiva; i bianchi in generale sono cattivi; l’amore trionfa sempre.
  • Nicole Kidman non sa recitare un cazzo. Non ha mai saputo farlo. Ma mentre prima, uno poteva sopportare le sue moine da mentecatta perché almeno era giovane e bella (anche se non è il mio tipo), adesso non la si regge più. Cazzo, ma tappati!
  • Hugh Jackman è la sola cosa buona del film. Perché ha un bel corpo. E anche da etero, uno dice “cazzo, guarda li’, anche io sono così”. Il che serve per cominciare discussioni interessanti con la propria moglie che ti risponde guardandoti con occhi sognanti “magari...”, e uno ci rimane un po’ male e s’incazza pure, ma guarda un po’ che ho anche accettato a venire a vedere un film di merda come questo e tu mi dici che non assomiglio a Hugh jackman, ma allora dillo e vaffanculo anche te.

Comunque non crediate a chi vi dice che Australia è il film più insopportabile, supponente, paraculo e brutto mai fatto. Perché è solo quello più supponente e paraculo. I ponti di Madison County è più insopportabile, e ce ne sono vari più brutti. Per cui alla fine, non è proprio tutto nero. O sì?

(Per le altre recensioni cinematografice del Demonio Pellegrino clicca qui)

27 commenti:

Anonimo ha detto...

Figurati che io ho portato indietro la cassetta di Moulin Rouge dopo 10 minuti.
Però Scianelnumerocinque mi piace.

lafrangia

ventiseitre ha detto...

No, io riesco a passare sopra ad un sacco di cose ma non posso tollerare che tu dica che Nicole Kidman non sa recitare. Cioè, puoi dire che è brava a fare solo certi ruoli, che è monotematica, che è algida, cheè alta. Però, cazzo, quando becca il ruolo suo, è la migliore.
Tipo Eyes Wide Shut, la Macchia Umana, Moulin Rouge. Signore interpretazioni.

Il film Australia, poi, non l'ho visto. Ma mi fido.

Ironic Wolf ha detto...

Demonio, dovresti fare il critico cinematografico. Come stronchi tu un film (e penso giustamente) non lo stronca nessuno. Personalmente Nicole Kidman mi e' piaciuta solo in "Birthday girl" (come attrice). La trovo incredibilmente fotogenica, tutto qui. La descrizione del bambino aborigeno che canta e' da manuale.

Camillo ha detto...

"Ultimatum Alla terra" è andato come è andato... "Australia" (pare) sia andato come doveva andare... ma, scusa, leggere un buon libro? Teatro? Musica?

Demonio Pellegrino ha detto...

Frangia, ti piace scianelnumero cinque il profumo o la pubblicità???

Venti, ti assicuro: prova a vederti un film con la Kidman in lingua originale. Non sa recitare un cazzo. La recitazione è anche voce. E se io uso la stessa voce atona per dirti "sei un figo" e dirti "mio figlio è morto", beh, allora non so recitare un cazzo.

In Eyes wide shut lei faceva cagare, tra l'altro, ma la novità era che le si vedevano le tette per la prima volta, credo. Poi come tutte le donne che invecchiano, ha cominciato a mostrarle in tutti i film (e in Cold Montain ha fatto vedere anche di piu').

Lupo, troppo buono. Ma non credo che me li passerebbero questi commenti...E' verissimo, la Kidman è fotogenica a bestia.

Camillo, sono stato obbligato ad andare...mi si accusa di leggere troppo e di vivere troppo nei miei mondi...

elle ha detto...

meno male che mi hai salvato hugh...per la kidman mi dispiace, ma sta andando al limite della paresi facciale monoespressiva.comunque non credo di andare a vedere il film;dopo questi commenti mi si rovina la poesia anche per quel bel fustacchione di jackman

Gandalf ha detto...

e beh allora non hai ancora visto COME UN URAGANO (titolo min inglese boh? perche' costretto a vederlo in italiano)...

vai vai e mi saprai dire :-)

Demonio Pellegrino ha detto...

Elle, il problema di Jackman è che fa solo vedere il suo corpo e usa il suo accento australiano per far ridere (ma nUn fa ride...). Mi chiedo tra l'altro come abbiano tradotto le espressioni australiane in italiano...

Gandalf, bentornato! Buon anno. Come un uragano col cazzo che vado a vederlo...e scusate il francesismo.

elle ha detto...

beh,per me, che non guardo film in lingua originale e quindi apprezzo altre, come dire? capacità, è più che sufficiente.poi in certi film non ci si aspetta granché altro, insomma non è che si può cavare il sangue dalle rape.

Demonio Pellegrino ha detto...

concordo: ma due ore e 45 solo di quello farebbero diventare scemo chiunque...

lindöz ha detto...

Nonostante la tua recensione io vado a vederlo... soprattutto: 2 ore e 45 minuti di Hugh Jackman?? Imperdibile!!! :-P

Demonio Pellegrino ha detto...

Lindoz, in guardia pero'...che nelle 2 ore e 45 c'e' piu' kidman che jackman

Annalisa ha detto...

Grazie, grazie, continua. La rubrica di cinema sta diventando la mia preferita.
Non che vada molto al cinema, ma almeno ora so cosa evitare (mi spiace per Jackman ma sopravviverò).

Anonimo ha detto...

Scianelnumerocinque mi piace in entrambe le versioni.
Nella versione profumo mi piace su mia nonna, su di me sa di brodo di pollo.
Nella versione pubblicità mi piace il vestito rosa con le piume di Lagerfeld.

Su Vanity Fair Italia della scorsa settimana(contentente, tra l'altro, un'intervista alla Gelmini, n.d.a.) l'articolone era dedicato alla Chidman che confermo essere mooooolto fotogenica.

Comunque è meglio Ciarlis Teròn.

lafrangia

Demonio Pellegrino ha detto...

Annalisa, no, ma se tipo vuoi farti una bella dormita e a casa c'e' sempre casino, Australia e' il film giusto da andare a vedere.

Frangia, dovro' chiedere alla famiglia di comprarmi sto numero di VF, se c'e' l'intervista al mio sex symbol Gelmini.

ventiseitre ha detto...

In Eyes Wide Shut faceva cagare?? A parte che ha mostrato un gran didietro, hai visto bene la scena del suo monologo in cui confessa il tradimento "mentale" al marito? Secondo me quella è stata una grande prova di recitazione. Poi, effettivamente, non so dove finisca la Kidman e cominci la doppiatrice.

marijena ha detto...

ordunque, come forse si saprà, io sogno che mi regalino un bambolo gonfiabile fatto come huge, alias wolverine cheioamocontuttelemiepupilleepapille,quindi il film vale solo per la luce che lui gli da'; lei boh, l'an sà d'aj gnanc s'a n'in magna na' piana; i ponti di madison county è l'emblema di come un libro grandioso possa venire sepolto nel guano di albatros incontinente intestinalmente...ho allungato e divagato, come al solito... ah, ovviamente sempre felice delle tue visite et commenti! ...e il film mica l'ho visto, eh...

Demonio Pellegrino ha detto...

Venti, ti assicuro, dammi retta. Ha la voce atona, da sciacquina stupida. Fa la smorfiosetta come le attrici americane anni 40...

Marijena, che vuol dire l'an sa' d'aj gnanc...eh???????????????

Elisa ha detto...

Intanto, complimenti a tua moglie che riesce a convincerti e trascinarti in queste mirabolanti avventure cinematografiche, che poi ci fai schiantare dal ridere a noi. ha grosso potere la ragazza, grosso grosso, perchè lo dicesti già prima di andare che ti avrebbe fatto cagare.
due:la nicole è ambigua, anche come bellezza, non riesco a capire se la mi garba o no.
però proprio ieri ho visto un filmettino stupidino io cui lei direi che recita bene, anche se l'ho visto in italiano quindi boh. "amori e incantesimi"
non m'infamare, c'ho un periodo ormonale che mi fa fare cose strane, in più Fagiolo un nasce, provo con gli incantesimi

Demonio Pellegrino ha detto...

Elisa, passero' i complimenti.

Amori e incantesimi era un film carino, e la sua voce da svampita ci stava pure bene in quella parte. Ma visto che ora ha una certa eta', giocare la ventenne svampita non paga.

Cmq il vero problema della Kidman, fisicamente parlando, e' l'assenza di tette e culo. Ed e' un grosso problema.

Facciamo un rito vudu' per fagiolo? (ma ormai sara' grosso almeno come un sacco da 3-4 kili di fagioli, no?)

marijena ha detto...

traduzione: non sa di aglio neanche se ne mangia una piana, ovvero per quanto s'impegni, rimane inutile e senza verve...tipico detto ferrarese assieme a "l'è xì bon ch'al n'è bon da nient!" ovvero "è così buono che è buono da niente", inutile et tontolone-coglione...non ti senti molto + erudito, eh? eh?? uhu???

Demonio Pellegrino ha detto...

Marijena, MOLTO piu' erudito...

lanoisette ha detto...

dai, ringrazia che in Belgio non vi arrivano i film natalizi dei Vanzina...

Demonio Pellegrino ha detto...

ma molto meglio quelli!!!

Cristian ha detto...

Meglio i film natalizi dei Vanzina?
Suvvia Demonio, non esageriamo dai.

A me il film è piaciuto, non amo la Kidman, inespressiva e dal viso "cattivo".
Poi non esagerare sul fatto che dopo essere atterrata in Australia, si da subito da fare a fare la sgualdrinella, non è vero, mi pare ci sia del sentimento tra i due.

Che poi la Chiesa sia il male... mi pare eternamente ovvio.

darklady ha detto...

Quest'anno è la prima volta che ritono a leggere le tue recensioni e come sempre le ho trovate troppo divertenti!!!mentre le leggo mi devo trattenere dal ridere perchè sono in ufficio!!
complimenti come sempre...spero di poter leggere presto la recensione del fil IL DUBBIO..spero che andrai a vederlo!!

Demonio Pellegrino ha detto...

ciao darklady, ribenvenuta, allora. E grazie. Il dubbio non l'ho ancora visto, e ti confesso che non ho idea di cosa sia...ma mi fai venire voglia di andarlo a vedere...

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...