13/04/10

Nascita di un desiderio

Scrivo questo post con un po’ di emozione. Come sa bene chi mi segue da tanto tempo, non mi piace parlare dei dettagli della mia vita privata. In questo caso mi sento di dover fare un’eccezione, se non altro per spiegare i motivi della mia scelta di rottura netta col passato.

Vorrei poter dire che la mia storia e' unica, particolare, ma mentirei. E' una storia comune a molti uomini di qualsiasi eta'. L'avrete gia' sentita da molti. Uomini non perfetti, ma che hanno cercato - forse troppo a lungo - di rispettare impegni, mantenere promesse, restando su strade gia' tracciate. E che alla fine hanno capito che cosi' non andava. Hanno scoperto che la vita era altro. Che la passione, quella vera, la si puo' contenere solo per un certo tempo, ma che prima o poi tracimera' trascinando con se' tutto: certezze, impegni, promesse.

La prima volta che la vidi era vestita di rosso. Un rosso carnale, sensuale, ma allo stesso tempo morbido e accogliente come un divano di velluto. La sua pelle bianca, nascosta da un cappello anch'esso rosso, era visible a mala pena, ma ebbe su di me un effetto incontrollable. Sentii il desiderio crescere dentro senza controllo, prepotente. Un figlio arrogante che reclama tutto.

Mia moglie era accanto a me, e non so dire se abbia capito inmediatamente. So che vedendola il senso di colpa mi assali’ selvaggio, per poi abbandonarmi immediatamente. Come un cane al guinzaglio che sente finalmente il collare spezzarsi: un attimo di sbandamento, un attimo di incertezza, di voglia di fedelta' per le vecchie carezze, ma poi via, la corsa libera. Senza piu' guardarsi indietro. Senza piu' pasti riscaldati, verso una vita randagia. Libera.

Sapevo che questa volta non avrei resistito. Anzi, che non avrei saputo resistere. Ma sapevo soprattutto che, forse per la prima volta, non volevo resistere.

Non sono state molte le volte in cui ho pensato di cambiare la mia vita, tutta, da capo a piedi, per una come lei. Ci sono state, certo, non posso negarlo. Ma qualche cosa mi ha sempre riportato nel comfort della mia familiarita’. Mere scappatelle al gusto di sapori sconosciuti, ma lontani e forse troppo esotici. O forse troppo familiari anch’essi per attirarmi in una nuova dimensione.

Prima ancora che le mie labbra toccassero la sua pelle sapevo che con lei sarebbe stato diverso. Sapevo che sarebbe stato tutto. Sapevo che non avrei trovato resistenza alcuna, il suo odore me lo diceva con chiarezza. Le sue parole, prima ancora che fossero parlate, mi erano chiare nella testa: “mordimi, toccami, spogliami, leccami. Sporcati di me, succhia le dita che colano di me”.

Nel momento in cui l’ho vista, sapevo che non ci sarebbe stata redenzione. Non ci sarebbe stato argine. La mia vita si sarebbe divisa tra un prima e un dopo. Il dopo sarebbe stata lei. Il prima non avrebbe avuto alcuna importanza se non come un percorso per arrivare a lei.

Ed eccomi qui. Ancora a guardare le sue foto, cercando di rivivere nella mia testa - in un loop infinito - il sapore del primo bacio.

Vi lascio una sua foto, e forse capirete anche voi del perche' ormai il mio amore abbia solo un nome: Red Velvet cupcake with cream cheese.





26 commenti:

Mele ha detto...

Quando si dice lasciarci il cuore...

Demonio Pellegrino ha detto...

ci ho probabilmente lasciato anche un'arteria dal colesterolo...

Galo ha detto...

Poesia allo stato puro....

Demonio Pellegrino ha detto...

Grazie Galo!

palbi ha detto...

in ufficio tutti i mesi facciamo un party x festeggiare i compleanni di quel mese. Insfangabile dirai te...e io pure. Non fosse per le cupcakes!!!

Demonio Pellegrino ha detto...

le cupcakes danno un senso alla vita. Per me sono state una delle scoperte piu' belle.

marihornet ha detto...

hahaha, bellissima ambiguità, stavo proprio per cascarci :D

pizzeriaitalia ha detto...

Oh Signùr...

hawl70 ha detto...

che dire??? ci sono cascata con tutte le scarpe...che tonta...vabbè , ma alla fine che gusto ha questa meraviglia?? Fragola e crema o cosa???Se continui così, tra un pò ci trasferiamo in massa a Chicago..

stefanoromagna ha detto...

Sembra buonissima!

Francè ha detto...

MITICO!!!

e io che pensavo ad una cougar!!!

elle ha detto...

Questo sì!!!GOLA GOLA GOLA!!!!!!!

Demonio Pellegrino ha detto...

Mari, be', era quello l'obiettivo!

Pizzeria, dici che sto alla frutta?

Hawl, mi hanno spiegato che il colore rosso e' dato dai chicci di cacao lavorati in un certo modo. La crema e' identica a quella del cheesecake, solo un po' piu' morbida.

Stefano, lo e'!

France', no no, qui si parla solo di cose serie. Come il cibo.

Elle, appunto: GOLA.

lauraetlory ha detto...

Ebbene si', c'avevo creduto...
Ci son rimasta male, perche' a me gli uomini che rispondono quando l'amore chiama mi commuovono come un tramonto sulle brughiere scozzesi. Va beh, meglio per la tua pace familiare, comunque. La foto non mi attizza molto, ma bisognerebbe assaggiare.

Demonio Pellegrino ha detto...

Laura, ma io ho risposto quando l'amore ha chiamato: questo non ti pare amore???

Annalisa ha detto...

E io che sono andata subito in fondo per cercare la foto di una moto...

Demonio Pellegrino ha detto...

Anche mia moglie, che comprensibilmente si stava un attimino alterando leggendo il post, mi aveva detto " spero di trovare una foto di una moto in calce..."

pizzeriaitalia ha detto...

Più che alla frutta... al dolce, direi.

Elisa ha detto...

che spettacolo :)

pandora20 ha detto...

Qui da noi questa robina qua quando potrebbe arrivare?! pandora20

pytta ha detto...

....ma scusa....avevo già un nodo in gola ed uno nello stomaco....già mi immaginavo notti di passioni e arrotolamenti vari.....demo demo..... :) ora però mi è venuta voglia di assaggiarla......

Lontana ha detto...

Mamma mia! Ogni volta che faccio una visitina qui, c'é da fare un salto! Sei proprio bravo Demonio!Ci stavo cascando e trovavo che eri di una franchezza ammirevole...poi ho capito. Conosco queste tentazioni esagerate, io non resisto a una fetta della torta al cioccolato fudge, alta venti centimetri..e alle ciambelle, naturali all'antica di Tim Horton che abbiamo noi in Canada, una specie di Donkin Donuts, ma piu' buono..
Buona America, Demonio! :-)

Demonio Pellegrino ha detto...

pandora, da noi non l'ho ancora mai vista...

Pytta, ma gli arrotolamenti ci sono comunque. Dello stomaco.

Lontana, troppo buona.

Dreamy ha detto...

fantastico post Demonio, era un po che non giravo per il tuo blog, ma mi sa che ricomincerò a leggerti...

Demonio Pellegrino ha detto...

Dreamy, ti ringrazio. Purtroppo in questo momento non c'e' molto da leggere. Sono un po' incasinato.

Dreamy ha detto...

va be, ho un po di post da scodare :-)

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...