01/04/10

Lega - repetita iuvant

Ora, e' possibile che ancora oggi debba leggere sui giornali italiani editoriali e analisi del menga sul perche' e per come del successo della Lega? E' davvero cosi' difficile da capire?

Le ragioni, semplicissime, le scritti in questo post nell'Aprile 2008:

"Già ho sentito fior di politologi affermare quanto sarà importante ragionare a fondo sul'affermazione di Bossi, per capirne bene le ragioni. Politologi del menga, ve lo spiego io in due minuti perché la gente vota Lega:
  • Perché ne ha le palle piene di sentire cazzate sull'integrazione di gente che voglia di farsi integrare non ne ha.
  • Perché ne ha le palle piene di spaccarsi la schiena per pagare le tasse che servono a tenere in piedi baracconi assistenzialisti del sud.
  • Perché ne ha le palle piene di vedere che a Napoli e dintorni le cose che sono normali altrove li' sono perenni emergenze.
  • Perché ne ha le palle piene di sentir parlare di questione meridionale. E quella settentrionale, di questione? Quella, cioè, della regione piu' dinamica d'Europa, azzoppata da un meridione palla al piede da generazioni?"
Ora. Si puo' continuare a discutere se questi perche' siano o meno reali. Ma non si puo' continuare a stupirsi del successo della Lega, che ormai arriva ad affermarsi anche in Umbria. Se ci si stupisce, vuol dire che davvero non si e' mai fatta una passeggiatina a nord di Roma (e no, non parlo di Bologna, bisognerebbe anche uscirne, a volte).

Poi, oh, si continui pure a gridare alti lai d'incomprensione sul perche' la Lega vinca. Contenti voi.

21 commenti:

marihornet ha detto...

il verde smeraldo è un gran bel colore...renderebbe tutto più vivace e vivibile, se non ci si atteggiasse e samaritani...

Mele ha detto...

E sul perché tanti giovani la votino. Su un sito che frequento, una ragazza su di loro ha detto: "nessuno capace di ragionare da solo?".
Quando si dice avere le fette di salame sugli occhi.

Demonio Pellegrino ha detto...

Mari, non ho capito la questione samaritana.

Mele, appunto.

lanoisette ha detto...

mah, demonio, da lombarda che ha visto nascere la Lega perchè a casa sua arrivava "La Padania" in tempi non sospetti, posso dirti che hai ragione. in parte. le ragioni da te esposte (salvo la prima) erano valide anche 15 anni fa ed erano questi i motivo per cui la gente ha cominciato a votare Lega.
ora però la mia impressione è che il voto per la Lega sia un voto non tanto contro il meridionalismo e lo statalismo, quanto contro le regole dello stato in senso lato, un voto che significa "lasciateci fare i fatti nostri, non rompete con le vostre leggi e le vostre regole", perché l'imprenditore bergamasco che vota Bossi è quello che sbraita contro gli immigrati ma poi li fa lavorare in nero nella sua impresa edile, e guai ad andargli a dire che dovrebbe metterli in regola. guai a dire all'idraulico bresciano, al falegname brianzolo, al meccanico trevigiano di emettere una fattura.
tra l'altro, poi, come alleata di Berlusconi, la Lega è al governo da tempo, eppure non è riuscita a fare quella che davvero sarebbe la riforma epocale (il federalismo fiscale) perchè le è bastato riempirsi la bocca con i proclami per la Devolution, di cui, sinceramente, non abbiamo ancora visto alcun esito.

Demonio Pellegrino ha detto...

Noisette, mi pare tu commetta il classico errore di sinistra nel dire che a votare la lega sono gli imprenditori che non pagano le tasser e sfruttano. La lega sta sfondando nel mondo operaio. Ha sostituito il PD nel voto di molte fabbriche. Non lo dico io, lo dice chi vota i flussi di voto.

Finche' si continuera' a dire che chi vota lega e' solo uno che no vuole pagare le tasse e vuole sfruttare il prossimo, la sinistra continuera' a prendere tranvate su tranvate. Ma proprio tante. Poi, suvvia: io ogni volta in vacanza nel nord, gli scontrini li ho sempre avuti. A roma e nel sud mai. Non ci prendiamo per il culo.

sul federalismo, vedremo. La riforma passa...

ilConsigliere ha detto...

A parte il discorso delle fatture, l'analisi di lanoisette è perfetta. In tutti questi anni la Lega non ha concluso niente, non si ricorda nessun vero atto a favore del nord, solo parole e basta.

PS: è il mio primo commento, ma è un paio d'anni che ti seguo

Demonio Pellegrino ha detto...

Ciao consigliere, benvenuto tra i commentatori. Io non discuto se abbia davver. Fatto qualcosa o no per il Nord. Onestamente non lo so. E altrettanto onestamente credo che l'unica cosa davvero buona per il Nord sarebbe staccarsi dal resto della penisola. Ma questo e' tabu'. Ci tornero' sull'argomento.

Frank77 ha detto...

Mi trovo daccordo con ilconsigliere,al Nord non hanno ancora capito che hanno a che fare con la LegaMastellaNord.

Vedasi la difesa delle provincie.

Demonio Pellegrino ha detto...

D'accordissimo per le province. Il fatto che si parli sempre di abolirle e che poi non lo si faccia mai per me e' una delle prove che dimostra l'irreformabilita' dell'Italia.

lanoisette ha detto...

demonio, non ho parlato di scontrini, ma di fatture, quelle che ti rilasciano gli artigiani e piccoli imprenditori, la "classe media", insomma. qualche mese fa ho dovuto chiamare il fabbro a sostituirm la serratura perchè ero rimasta chiusa in casa: interventi d'urgenza sera, occhei, e poi un paio d'ore di lavoro la mattina successiva. quando mi dice il prezzo (350 €) sbianco, gli rispondo che non ho così tanto contante in casa, né assegni, che vado a prelevare, se intanto mi prepara la fattura. questo, fresco come una rosa, come se fosse la cosa piùì normale del mondo, mi fa "ah, no, signorina, ma 350 sono in nero, senza iva!".
per quanto riguarda lo "sfondamento" della Lega nella classe operaia, e comunque nelle fasce meno istruite dell'elettorato, non ci vedo nulla di strano: sono persone che hanno pochi mezzi culturali, che leggono nulla e che hanno bisogno di un messaggio semplice e chiaro, da non discutere, senza chiaroscuri: "non c'è lavoro? colpa dei terroni e degli immigrati", così come semplice e chiaro era il messaggio del PC di una volta "vivi di merda? colpa del padrone capitalista che si arricchisce alle tue spalle."

quello che mi spaventa della Lega è il livello infimo dei suoi rappresentanti politici: gente che non mette in fila un congiuntivo, che blatera di storia a vanvera...

pizzeriaitalia ha detto...

lanoisette ha centrato la questione. Temo che il tuo status di migrante ti sfuochi l'immagine reale dello stato delle cose, di quelle cose che vedi tutti i giorni, settimana dopo settimana. Non solo nelle vacanze. La situazione è brutta assai.

Demonio Pellegrino ha detto...

Noisette, va bene su tutto. Tranne i congiuntivi: i leghisti vengono spesso denunciati come "stupidi e ignoranti". Sta di fatto che, per esempio, a Bruxelles, i deputati leghisti erano gli unici italiani che
1) leggevano i dossier
2) conoscevano i regolamenti parlamentari e li sfcruttavano a dovere
3) erano quelli che se dicevano "faccio A", poi facevano A.

Comunque, intendiamoci: il mio post non e' una difesa della Lega. Volevo solo, in due parole, spiegare perche' secondo me vince. Mi pare impossibile che ancora non lo si sia capito.

Pizza, che la situazione sia brutta assai ci credo. Infatti, se posso, col cazzo che torno.

lanoisette ha detto...

demonio, ma perchè i deputati leghisti - e questo va loro riconosciuto - sono gli unici che ancora escono dalla gavetta nella base del partito, che hanno iniziato sul territorio facendo volantinaggio e stando ai banchetti di raccolta firme e che non vengono cooptati per amicizie, interessi e intrallazzi vari.
poi però, se senti i discorsi che vengono fatti a Pontida o al "capodanno celtico" alle sorgenti del Po, ecco... c'è da sbiancare.

Demonio Pellegrino ha detto...

Mah, sara' che per me l'eventuale secessione e il rispetto della legalita' non sono argomenti che fanno sbiancare...

Quello che mi fa sbiancare, eventualmente, e' che mi si proponga il figlio di Bossi, pluribocciato che basta guardarlo per capire che e' un po' cosi', diciamo, come futuro leader.

Il problema dei grandi uomini e' sempre la discendenza. Ce ne sono pochissimi di Piersilvi (anche li' berlusca ha avuto culo)

pizzeriaitalia ha detto...

No, guarda..., temo che tu stia prendendo un abbaglio... è sempre sgradevole parlare di chi non si conosce personalmente ma, per quello che mi è capitato di vedere e sentire (non riportato) di gente capace a "fare" il "Piersivio" ce n'è tantissima. Ma uno solo ha Confalonieri, Andreani e "Papi" alle spalle...

Demonio Pellegrino ha detto...

e forse hai ragione anche tu. Che tra l'altro Piersilvio mi sta anche sul cazzo (meno di John Elkan, sia chiaro, che uno che chiama i prpopri figli leone e oceano se ne deve andare affanculo).

Demonio Pellegrino ha detto...

Mo, non ho pubblicato il tuo commento non per il contenuto, ma per la forma: non pubblico commenti con termini offensivi nei confronti di personaggi pubblici (o privati).

andima ha detto...

> "Il problema dei grandi uomini e' sempre la discendenza."

sulle discendenze ci sono cose che fanno davvero paura:
http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/04/07/nightmare-2020/

Demonio Pellegrino ha detto...

Andima, benvenuto.

Be', speriamo di no.

Anche qui, pero', intendiamoci: le "dinastie" esistono anche in democrazie che funzionano benissimo (all'apparenza). Prendi gli Stati Uniti: un Kennedy presidente, un kennedy candidato alla presidenza e non ricordo quanti senatori (e ci possiamo mettere anche un Kennedy "genero", visto che Schwarzy e' sposato a una Kennedy).

Bush padre, Bush figlio, Bush fratello in Florida, Bush nipote astro nascente in Texas, dove raccoglie voti latini, visto che e' figlio di madre messicana o latina, non ricordo.

Clinton: marito e moglie...

Se Marina o Renzo (dio ce ne scampio) passassero attraverso un processo di selezione democratica, non ci sarebbero problemi. Credo.

(tutto questo ovviamente esula dalle eventuali competenze. Ma la democrazia non sceglie il piu' competente. O almeno non sempre)

Demonio Pellegrino ha detto...

Andima, benvenuto.

Be', speriamo di no.

Anche qui, pero', intendiamoci: le "dinastie" esistono anche in democrazie che funzionano benissimo (all'apparenza). Prendi gli Stati Uniti: un Kennedy presidente, un kennedy candidato alla presidenza e non ricordo quanti senatori (e ci possiamo mettere anche un Kennedy "genero", visto che Schwarzy e' sposato a una Kennedy).

Bush padre, Bush figlio, Bush fratello in Florida, Bush nipote astro nascente in Texas, dove raccoglie voti latini, visto che e' figlio di madre messicana o latina, non ricordo.

Clinton: marito e moglie...

Se Marina o Renzo (dio ce ne scampio) passassero attraverso un processo di selezione democratica, non ci sarebbero problemi. Credo.

(tutto questo ovviamente esula dalle eventuali competenze. Ma la democrazia non sceglie il piu' competente. O almeno non sempre)

Demonio Pellegrino ha detto...

Andima, benvenuto.

Be', speriamo di no.

Anche qui, pero', intendiamoci: le "dinastie" esistono anche in democrazie che funzionano benissimo (all'apparenza). Prendi gli Stati Uniti: un Kennedy presidente, un kennedy candidato alla presidenza e non ricordo quanti senatori (e ci possiamo mettere anche un Kennedy "genero", visto che Schwarzy e' sposato a una Kennedy).

Bush padre, Bush figlio, Bush fratello in Florida, Bush nipote astro nascente in Texas, dove raccoglie voti latini, visto che e' figlio di madre messicana o latina, non ricordo.

Clinton: marito e moglie...

Se Marina o Renzo (dio ce ne scampio) passassero attraverso un processo di selezione democratica, non ci sarebbero problemi. Credo.

(tutto questo ovviamente esula dalle eventuali competenze. Ma la democrazia non sceglie il piu' competente. O almeno non sempre)

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...