13/03/08

Veltroni, Ciarrapico e Bismarck

Facciamo un giochino.

Immaginatevi la scena: 1941, vigilia dell'attacco giapponese a Pearl Harbor. La vigilia di un evento storico che avrebbe cambiato il corso della guerra e plasmato la storia mondiale per decenni (forse secoli) a venire. Ecco, ce li vedete i politici americani scannarsi su polemiche a proposito della condotta del generale Grant durante la guerra di secessione americana, finita nel 1865?

Altro esempio: se vi dicessi che nel 1931, nella repubblica tedesca di Weimar, i politici e i giornali tedeschi passavano il tempo ad occuparsi della politica del 1870 del Cancelliere Bismarck...ecco, che cosa pensereste? Non mi direste che erano dei pazzi a non occuparsi dei problemi veri della gente che solo due anni dopo porteranno Hitler al potere?

Ecco, Italia 2008. I dati economici confermano una crescita zero. L'antipolitica grillesca avanza da un paio d'anni. Napoli è sommersa dai rifiuti, e si cerca di insinuare nelle persone il sospetto che sia una cosa normale, che alla fine non ci siano colpevoli. Il libro "La Casta" vende centinaia di migliaia di copie. Ecco, in tutto questo, le prime pagine dei giornali e i politici si occupano solo della questione se Ciarrapico sia o no fascista. Se vi sembra normale, ricordatevi che il fascismo è roba di 60 anni fa. Esattamente come il caso della guerra di successione americana prima di Pearl Harbor e Bismarck prima di Hitler.

MOVE THE FUCK ON.

13 commenti:

ventiseitre ha detto...

Tutto vero.
Ciarrapico sicuramente può rappresentare un danno all'immagine della coalizione di Berlusconi, ma non più di questo.
Inutile parlarne più di quanto si sia parlato di Diliberto nella scorsa legislatura. Siamo là.

Demonio Pellegrino ha detto...

Esatto. Sempre un cane berlusconi a candidarlo, ma basta.

Poi in Europa dovrebbero farsi i cazzi loro. Farsi riprendere da un lussemburghese (un lussemburghese!!!) è veramente allucinante.

Gandalf ha detto...

quando non si é in grado di affrontare discorsi seri, allora si attaccano a stronzate del passato...

un pó come una coppia in crisi: ma tu 3 anni fa hai detto, ma tu 2 anni fa hai fatto, e poi si perdono di vista i problemi del presente...

Demonio Pellegrino ha detto...

Gandalf, ogni riferimento a fatti e persone è casuale, immagino.

Gandalf ha detto...

cio' dimostra che la politica e' una metafora della vita di coppia... ;-)

lauraetlory ha detto...

Begli esempio hai portato e te lo dice una che di storia ne ha masticata parecchia. Ogni giorno che passa mi chiedo perche' i politici (politici?) italiani non riescano a guardare oltre, a zoomare indietro per avere uno sguardo d'insieme invece di un primissimo piano del brufolo sul naso del loro rivale. Poi leggo ancora della battutaccia idiota del Berlusca su come risolvere il precariato sposando suo figlio (o un analogo figlio di... papa') e mi dico che il peggio non e' mai morto ne' mai morira'. Ma dirlo, pensarlo, dichiararlo serve ancora a qualcosa?
Laura sfiduciatissima e con un mal di testa pazzesco :-((((

Anonimo ha detto...

Concordo. Solo un appunto però : secessione americana ne!

kabanna ha detto...

Insomma tu stai dicendo che tutta qusta lunga discussione è PURAMENTE STRUMENTALE e che in Italia abbiamo ben altre rogne da pelare. Vero, in parte è vero: però Berlusconi è il candidato prenier di una grande forza politica mica il primo scemo che passa! Possibile che non si renda conto che una sua frase , un gesto possono essere strumentalizzati! Non ci vuole molto ad evitare castronerie evidenti come Ciarrapico e strappo dei fogli del programma altrui. Chiunque vede in queste cose un'arroganza mentale indigesta che lo mette sullo stesso piano dei suoi detrattori; Silvio non ha fatto una buona cosa per la sua coalizione e per quelli che, un po' indecisi, stanno pensando di votarlo. A me gli arroganti non piacciono, neanche quelli di destra.

Demonio Pellegrino ha detto...

Laura - hai ragione. Ma va anche detto che quella di berlusconi era una battuta alla quale ha fatto seguito una risposta seria del berlusconi stesso. Per cui anche li, i giornali si focalizzano sul nulla. In pura isteria antiberlusconiana...pare tra l'altro che la precaria in questione voti per lui. Ma questo su repubblica non lo leggerai...solo sul corriere.

Anonimo - non ho capito.

Kabanna - innanzitutto benvenuto. Quello che dici e' verissimo. Certe uscite il berlusca se le potrebbe risparmiare alla grande. Perche' adesso presta il fianco a polemiche infinite che gli impediscono di focalizzarsi sulla crescita zero eredita' di prodi & co., per esempio...

Mi chiedo se berlusconi non aspiri davvero a perderle queste elezioni...

Dreamy ha detto...

certo è anche vero che se berlusconi dice che abbassa le tasse si fa polemica xche le sue operazioni non sono economicamente coperte, se dice che le alza dicono che non rispetta i patti e se dice che le lascia uguali dicono che non fa nulla piu della sinistra...

insomma come dice sbaglia.

veltroni che candida una falsa precaria nessuno dice niente, berlusconi candida un fascista e giu il putiferio.

Demonio Pellegrino ha detto...

Dreamy, ti quoto in pieno.

Giorgia ha detto...

Credo che in campagna elettorale le "sparate" da entrambe le parti siano tante e che molte vengano volontariamente strumentalizzate per dare ragione o torto a quella anzichè quell'altra parte politica. Normalmente vengono strumentalizzate quelle di Berlusconi e non quelle della parte politica opposta.

Demonio Pellegrino ha detto...

Giorgia, verissimo. Basta che berlusconi dica "A" che l'inferno si scatena...

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...