29/04/08

Veltroni Santo Subito

Con le primarie ha fatto cadere il governo Prodi.
Con le elezioni politiche ha cacciato i comunisti dal Parlamento.
Con la scelta di candidare Rutelli a Roma ha perso il controllo della Capitale.

VELTRONI SANTO SUBITO (*)

*Slogan visto su uno striscione per celebrare la vittoria di Alemanno.

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Veltroni stia attento ora perche' rischia di fare una finaccia.

Anonimo ha detto...

Mi fai schifo, fascista di merda.

Demonio Pellegrino ha detto...

Anonimo 1: vero. Ed e' per questo che sono d'accordo con quello che ha scritto Capezzone oggi, e cioe' che Berlusca deve salvare il compagno veltroni. La disintegrazione del PD non sreve a nessuno. Bisogna al piu' presto riformare la legge elettorale delle europee e mettere un bello sbarramento, altrimenti tra un anno a sinistra si ritrovano con 10 partitini. Veltroni questo lo sa.

Anonimo 2 - sei l'esempio lampante del perche' la sinistra continui a perdere. Vai a scopare il mare, vai', cosi' fa uno dei lavori socialmente inutili che la sinistra normalmente finanzia con le tasse dei contribuenti.

Gandalf ha detto...

scopare il mare e' grandioso: ma dove le trovi?!?!

cmq concordo su veltroni, nel senso che se iil PD scompare facciamo solo peggio... che resti li' dov'e' e non si ritiri, senno' son cazzi...

lauraetlory ha detto...

Che brutta giornata oggi, Demonio, per noi romani. Io ho infilato giacca e sciarpa rossa, finche' e' ancora possibile farlo. Qualcuno ha gia' rispolverato la camicia nera. In compenso in Rai sono cominciate le epurazioni (su chi o cosa non saprei visto che Prodi non aveva toccato nessuno, a parte mettere al Tg1 un Riotta piu' innocuo e osservante di Bondi) e ci minacciano di lasciarci tutti a spasso, noi precari. La domanda e' come faranno a mandare in onda qualcosa, visto che di effettivamente assunti in Rai ce ne saranno massimo 200 sull'intero territorio nazionale (parlo di operativi, non di scrivanisti insediati per meriti elettoral-familiari). Giornata nera, quasi da croce celtica, direi!

Demonio Pellegrino ha detto...

Gandalf - e' un detto milanese, mi pare...e trovo che renda bene l'idea del lavoro inutile.

Laura (o Lori???) - beh, una bella giornata per la maggioranza dei romani pero', stando alle elezioni... a me alemanno personalemnte non piace. Lo trovo troppo illiberale e le sue posizioni su OGM, tassisti ed altro sono veramente molto lontane dalle mie. Ma e' anche uno che la politica la sa fare. E' uno che si sbatte da sempre - e lo so per conoscenza diretta - nel porta a porta, stile Lega. Uno che fa rete, nel senso pieno e positivo del termine. Lui con i salotti romani c'entra davvero poco. Lui e' quello che te lo trovi a magna' il cocomero in mezzo alla strada perche' per lui e' normale. Non come veltroni e Rutelli che te li ritrovi li' solo in campagna elettorale.

Sulla RAI non so che dirti, non conosco la realta' di cui parli, anche se la posso immaginare. Mi auguro un giorno imparino che un'azienda va governata con un'azienda, nella quale sono i migliori ad andare avanti, e non i figli di. Ma non ho molta fiducia.

Sulle epurazioni, da una parte o dall'altra, finche' non la privatizzano non c'e' scampo...

Gandalf ha detto...

sei stato nominatoooooooooo ;-)

http://thegios.blogspot.com/2008/04/
6-come-6-sono-come-sono.html

wiki ha detto...

ci mancano solo i dieci partitini a sinistra ed emiglro sul serio. o fondo l'undicesimo partitino.

"scopare il mare" ha un antenato illustre: Ciullo d'Alcamo, poeta siciliano del Duecento. Nel suo "Contrasto" la ragazza corteggiata dice al suo corteggiatore "lo mar potresti arompere, li venti asemenare" - potresti arare il mare e seminare il vento, ma piuttosto che venire con te mi faccio suora.

Demonio Pellegrino ha detto...

gandalf, ti ringrazio per la nomina...ora vedo di farla sta roba...

Wiki - Bellissima questa storia!!!! Non lo sapevo assolutamente!!

leox ha detto...

IMHO uno dei problemi italioti è che crediamo, o vogliamo in tutti i modi credere, che UNA persona sia sempre e comunque risolutiva. Ora, non voglio negare l'importanza del simbolo o del leader, ma se tutta la faccenda si potesse risolvere tra Berlusca e Uòlter, o tra Alemanno e Rutelli, sarebbe anche più semplice scegliere. Il fatto è che non è così semplice come lo si vuol fare apparire.
Credo che a sinistra molti si stiano finalmente accorgendo che così non si può andare avanti; è un fatto, le hanno provate tutte e continuano a perdere, oppure a vincere in un modo tale da non poter (o voler) fare davvero qualcosa di buono.
Epperò anche chi come me sta cercando seriamente e con metodo di riscoprirsi/reinventarsi liberale (che non c'entra niente col fascismo ovviamente) si trova inevitabilmente a cozzare con una durissima realtà: nella destra attuale italiana, il liberale o non c'è, oppure c'è ma se ne sta zitto zitto aspettando tempi migliori. A partire proprio dal leader, che forse al limite può dirsi liberista selvaggio (e forse nemmeno quello), ma liberale vi prego proprio no. Insomma, che si fa? Non ti nego caro Demonio che sono parecchio confuso. Dovreste esserlo un po' di più anche voi che, stando alla scheda, state dall'altra parte (sì, lo so che TU non hai votato stavolta...generalizzavo)
Dopo questo lungo sproloquio OT, torno a Veltroni santo subito. Beh, è innegabile che in questo frangente sembra aver dato una mano a Berlusconi...il quale però avrebbe vinto a prescindere, a questo giro. Rutelli fa cacare, Alemanno un po' meno, ma a me dispiace per Roma perché credo sinceramente che la amministrazione di Uòlter non fosse malaccio. Staremo a vedere.

Saluti ^_^

Demonio Pellegrino ha detto...

Leox, sono d'accordo. Il leader, soprattutto in italia dove esiste un potere di veto diffuso, non puo' molto.

Anch'io non mi riconosco al 100% in questo centrodestra, per gli stessi motivi tuoi. Anche se forse io sono piui' un liberista selvaggio che un liberale. Mah. Ora voglio comprare il libro di tremonti e vedere un po' che dice.mi pare l'unico che culturalmente provi a impostare certi discorsi e vada oltre l'orticello...

leox ha detto...

Guarda, a me Tremonti non ha mai molto convinto, ma la differenza tra il miominime di qualche anno fa e ciò che cerco di essere adesso è che ORA sono più disposto a cercare qualcosa di buono anche in un suo libro. Ci provo. Si facesse tutti così, però in entrambi i sensi, forse qualcosa si smuoverebbe.

Superpiccione ha detto...

Meglio: Scopare il mare col rastrello...ancora più efficace.

Da Alemanniano convinto sto ancora festeggiando (continuo nel weekend lungo) e mi fa ridere di come adesso i "fascisti" non siano solo più su marte, ma anche in Campidoglio....la gente sembra aver capito che a destra stiamo nelle fabbriche, nelle aule, negli uffici, mentre a sinistra si occupano di "cultura ed arte" e di come difendere solo "Froci e Zinagri", come scritto non da Il Secolo D'Italia, ma Liberazione all'indomani del voto.

Dreamy ha detto...

cmq l'altra sera a Roma c'erano i caroselli di macchine con le bandire in giro per la città, l'ultima volta che li avevo visto è stato ai mondiali!!!!

il fatto che alla provincia abbia vinto Zingaretti e al comune abbia vinto Alemanno secondo me dovrebbe essere un chiaro segnale del male che ha fatto Rutelli a Roma. Io pensa che se contro Alemanno ci fosse stato Topolino avrebbe avuto piu chances di vittoria rispetto a Rutelli.

Ora vediamo se qualcosa cambia, stavolta non avrebbero scuse.

wiki ha detto...

Ho sentito qualcosa sul libro di Tremonti: pare che l'analisi dell'esistente sia magistrale e lucidissima, ma che non sappia arrivare a proposte concrete da cui far partire un cambiamento. Del resto, lui era quello che 15anni fa proponeva la guardia di finanza davanti ad ogni studio dentistico, negozio di parrucchiere ed altro. Io, nella ricca, produttivissima e civilissima Briànsa non riesco a farmi rilasciare una ricevuta che sia una senza plurime insistenze e passando per rompipalle...

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...