17/02/10

Treni

Trenitalia considera "in orario" ogni treno che arriva con un ritardo inferiore ai 15 minuti rispetto all'orario previsto. Il treno deve arrivare alle 10,30 ma arriva alle 10,50? Bene, nei rappori interni e nelle informazioni al publico, il treno ha un ritardo di 5 minuti, non di 20, con un buona pace del viaggiatore.

Stamattina alla radio le news si sono aperte con la notizia che, a causa di un guasto, alcuni treni nei dintorni di Chicago avevano dei ritardi "molto seri". Il giornalista ha fatto l'esempio di un treno che avrebbe dovuto arrivare a Chicago alle 7,30, ma e' arrivato alle 7,45, "un grave disservizio".

Cosi', tanto per ribadire che non e' vero che quello che in Italia e' considerato normale lo sia anche altrove.

12 commenti:

marihornet ha detto...

...ecco spiegata la mia insofferenza verso i mezzi pubblici, verso il fatto che vengano pagati per "perfettamente serventi" e invece no, che quando neanche li PUOI prendere fatichi a farti rimborsare il biglietto, cosa che richiede 2 testimoni illustri, ovvero 2 tronisti della de filippi che casualmente avessero bisogno del mezzo per andare a trovare la fidanzata letterina...

Demonio Pellegrino ha detto...

pero' adesso mettono il wifi nei treni, dicono. Se lo mettano nel culo il wifi.

Fabrizio Cariani ha detto...

Giusto per confermare, sono cinque mesi che prendo la METRA. Ed e' partita in ritardo solo una volta. Di due minuti. E perche' si era rotto il treno e hanno dovuto usarne uno su un altro binario.

Demonio Pellegrino ha detto...

fabrizio, appunto...immaginati a fare il pendolare a Milano o a Roma...

Anonimo ha detto...

in Giappone annunciano ritardi di 15 secondi....forse sono un po' esagerati...

Eli

Demonio Pellegrino ha detto...

Eli, si', forse 15 secondi e' un po' esagerato...ma li' addirittura i manager si suicidano a volte quando falliscono gli obiettivi. Pensa a quanti suicidi in Italia con Trenitalia e Alitalia...

fede ha detto...

sarebbe la nostra salvezza

Demonio Pellegrino ha detto...

ciao Fede, benvenuto/a. Da noi, se ricordi, ci fu il "suicidio" di un manager FS durante mani pulite. Solo che il suicida in questione venne trovato con la pistola nella propria cintura. Secondo i nostri sherlock holmes e i nostri giudici d'assalto evidentemente si suicido' sparandosi in faccia, e poi si rimise la pistola nei pantaloni.

fede ha detto...

grazie del benvenuto..
all'epoca ero piccolo piccolo e ricordo vagamente, mi sorge un dubbio, che non si sia suicidato sparandosi nella patta?? :)

Demonio Pellegrino ha detto...

c'e' anche il caso di Raul Gardini, che secondo i giudici si suicido' e poi mise la pistola sul comodino.

Dei fenomeni, questi suicidi.

pandora20 ha detto...

La consuetudine è pericolosa, fa apparire lecito e normale ogni cosa! pandora20

Demonio Pellegrino ha detto...

molto vero pandora.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...