21/08/11

La terra dei cachi

In Italia, il paese dei bunga bunga, delle donnine che diventano consiglieri regionali o ministri, dei cartelloni pubblicitari nei quali si vede solo il pacco del cazzo, o il culo infilzato da un tanga,
si elimina una ragazza, Alice Bellotto, dal concorso di Miss Italia per aver posato in modo "sconveniente".

Boia deh. Che tristezza.

10 commenti:

Fabio ha detto...

Puoi anche vedere l'eliminazione della ragazza dovuta proprio ai motivi che hai elencato. Forse cosi è un pò meno triste la cosa ammesso che si possa paragonare un concorso di bellezza ad una carica amministrativa pubblica.

(E' la prima volta che non sono d'accordo con un tuo post)

NKW ha detto...

Caro Demonio, le tre i ci salveranno: incoerenza, ipocrisia e, soprattutto, ignoranza. Guarda il caso, la i è anche in italiani.....
Che ridicolo.
Però nostra signora televisione saprà trovare spazio per questa fanciulla...

Titti ha detto...

E' l'ipocrita perbenismo all'italiana. Per lavarsi la "coscienza"!

Demonio Pellegrino ha detto...

Fabio, proprio perche' un concorso di bellezza e una carica di ministeriale sono diversi, pare che sia il mondo all'incontrario: nei concorsi di bellezza si vince per le pocce e il culo (nonostante s'insista a porre alle domande alle Miss sulla pace del mondo e la fame in Africa...), mentre gli incarichi ministeriali bisognerebbe ottenerli in altro modo. In italia invece se fai vedere le pocce non puoi partecipare a Miss Italia, ma magari ti si da' un posto in regione.

[e un si pole mia esse d'accordo sempre su tutto, deh]

NKW: Ipocrisia e ignoranza soprattutto. Concordo.

Titti: questa storia mi ricorda quelle delle "vergini" siciliane, che al fine di mantenersi, appunto, vergini, e quindi pure, praticavano pero' il sesso anale...

Camillo ha detto...

Demon, sei d'acordo che se c'è una regola questa vada rispettata? E la regola era ben scritta prima che la fanciulla si iscrivesse al concorso. Ricordi la vicenda di Mirca Viola - lei, si, topolona sublime - che aveva vinto Miss Italia e fu squalificata perché... (reggiti forte) era sposata!

'povna ha detto...

Uno dei vantaggi di stare nel paese-che-è-casa per questa settimana è che si chiacchiera, si beve, si gioca, si parla, si tira tardi e le notizie (specie italiote) arrivano in modo ottuso. meno male. :-(

Rocket68 ha detto...

Sugli incarichi ministeriali melgio lasciar perdere ..melgio non commentare invece sul disoccorso "Miss Italia" non vedo il problema , le regole non prevedono che le aspiranti concorrenti posino per foto "artistiche" di conseguenza l'eliminazione e poi la ragaza non poteva aspettare a spogliarsi dopo il concorso .
Cosi invece ha avuto molta più pubblicità , ripsttando le regole sarebbe stata una delle 100 ragazze e sarebbe saprita nel gruppo ....siamo i soliti Italiani furbetti.

Demonio Pellegrino ha detto...

Camillo: ma l'Italia e' il paese delle regole stupide, e lo sai anche tu. Come quelle che t'impediscono di comprare piu' di tre biglietti per andare allo stadio, e se hai 3 figli sei fottuto. Ricorda qualcosa?

Il problema e', ripeto, che e' un concorso di pocce: la regola di non farle vedere e' da stronzi. Come il 90% delle regole in Italia.

Sono infatti le troppe regole inutili che spesso spingono a violare anche le regole giuste.

Povna: divertiti.

Rocket: assolutamente si'.

Ornella ha detto...

Ma va! Questa dei tre biglietti per lo stadio non la sapevo.... Così i poveri bagarini saranno costretti ad assoldare un manipolo di garzoni, per averne abbastanza da "guadagnarvicisi" il pane !!!

Che ridere ! Come negli anni '70 che mancava ( chissà perché?) lo zucchero, e non ne vendevano più di un chilo a persona. Così si faceva il giro dei droghieri: un chilo qua , un chilo là.... e lo zucchero continuava a sparire dagli scaffali...

Frank77 ha detto...

La regola è stupida,ma c'è in tutti i concorsi di bellezza del mondo.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...