07/07/10

Resoconto

Purtroppo le vacanze sono finite. Troppo brevi, come tutte le vacanze. Volevo solo dirvi che mi sono sciroppato alcuni dei titoli che mi avevate proposto qui, piu' un paio di titoli che avevo in lista da tempo.

Devo ringraziare l'anonimo che mi ha consigliato Where men win glory, di Krakauer. Il libro e' un po' costruito alla cazzo in alcune parti (come lo era Into the wild, secondo me), ma la storia di Pat Tillman e dello schifo messo su dai militari americani per trasformare la sua morte per mano di fuoco amico in uno strumento di propaganda di guerra e' agghiacciante.

Purtroppo daro' una delusione a Jigen: ho scaricato Sirens of Titan di Vonnegut, e ho provato a leggere la prima cinquantina di pagine, ma poi non ce l'ho fatta. Davvero. Io ho un problema con la fantascienza umoristica stile guida galattica per autostoppisti: non la reggo. E questo Sirens of Titan non ha fatto eccezione. Ma ci ho provato.

Ho scaricato anche Perdido Street Station e lo sto leggendo adesso. Promette bene, ma sono all'inizio.

Poi ho letto Altai dei Wu Ming (scaricabile gratuitamente e legalmente qui, come tutti i libri wuminghi), e mi e' piaciuto. Non mi ha esaltato pero'. E Keeper of dreams, di Orson Scott Card. E' una raccolta di racconti, tra fantascienza, fantasy, "letteratura" (come la chiama lui) e storie mormone. I racconti di fantascienza sono molto belli. Quelli di fantasy cosi' cosi'. Quelli di letteratura sono insipidi. E quelli mormoni boh. Insomma, bicchiere non proprio pieno.

Comunque grazie a tutti ancora una volta. I libri che avete consigliato sono tutti "sulla pista di decollo" per farsi leggere nel corso del 2010...

PS: volevo aggiungere due parole sul libro Lasciami entrare, che ho letto prima delle vacanze e che mi pare venga esaltato ovunque. Ecco, a me ha fatto cagare. E anche parecchio. La storia l'ho trovata abbastanza pallosa (solito bambino sfigato e sbeffeggiato a scuola s'innamora di vampiro bambina, che in realta' era un bambino, cattivo/a ma tanto tanto carino/a), ma soprattutto la lingua utilizzata dal traduttore italiano e' risibile. Io ubriachi o bambini italiani che dicano "maledettamente" ogni tre per due non li ho mai sentiti. E poi mi piacerebbe che nelle frasi fosse chiaro il soggetto: e' chiedere troppo?

13 commenti:

Jigen ha detto...

Ma potevi dirmelo, ti avrei consigliato altro! E a proposito di The hitchhiker's guide to the galaxy ovviamente posseggo tutti i libri di Douglas Adams... E mi è pure piaciuto il film, per dire.

Ah, ricordami di NON suggerirti di leggere Terry Pratchett a questo punto, ovviamente lo scrittore inglese è tra i miei autori preferiti di sempre :-)

Ad ogni modo non lasciare perdere Vonnegut, Slaughterhouse-Five è da leggere così come Cat's Cradle; questi titoli non li definirei umoristici quanto grotteschi, forse ti garberanno.

Sai che Perdido Street Station grazie alla Fanucci è già introvabile in Italia? Accidenti a loro. Ripiegherò sull'originale, magari sul nuovo Kindle DX ;-)

Demonio Pellegrino ha detto...

Jigen, e' colpa mia, non avevo capito che Sirens of the Titans fosse di quel genere. Anche la descrizione del libro su Amazon e' ingannevole, perche' non lasciava trasparire lo stile alla Adams.

Non e' detto che non lo riprenda in mano in futuro. Vedremo.

Perdido Station e' molto strano. Leggerlo in inglese poi e' un'impresa non da poco. E' il primo libro in molti anni in cui mi trovo in difficolta' con parecchie parole. Mai sentite e mai scritte. Per fortuna che il dizionario incorporato nel Kindle mi aiuta, e mi rinfranca, dal momento che spesso le parole sono annotate come arcaiche.

Ti compri il nuovo DX nero? Pare bello...

Jigen ha detto...

L'idea che mi sono fatto di China Miéville è buona pur non avendo ancora letto nulla scritto da lui. So che Perdido Street Station è un libro particolare e non mi stupisco di ciò che dici.

Anzi, sono curiosissimo di leggere prima la traduzione italiana e poi l'originale, proprio per le difficoltà che segnali. Il nuovo DX è nella mia lista dei desideri, aspetto di leggere le recensioni dei nuovi utenti e decido.

Demonio Pellegrino ha detto...

Io nel frattempo procedo nella lettura: troppe bestie strane in quel libro, pero'. Non sono un fan di fantasy con troppe bestie umanoidi.

stefanoromagna ha detto...

Miéville ce l'ho in lista da un bel pezzo. Poi facci sapere come lo hai trovato. Ne ho sentito parlare bene ovunque.

Demonio Pellegrino ha detto...

Per ora direi che mi piace, ma non mi esalta: sia per la lingua (troppo pomposa) sia per i personaggi (dicevo prima, troppe bestie). Ma vedremo.

stefanoromagna ha detto...

Ah, in America il mese scorso è uscito un romanzo che si chiama The Passage, di Justin Cronin, e pare che stia facendo molto scalpore in quanto i diritti per una riduzione cinematografica sono stati acquistati da Ridley Scott ed è lo stesso Stephen King a consigliarlo come una delle migliori letture estive. Ne hai mai sentito parlare? A me ispira molto. Sembra una via di mezzo fra The Stand, Salem's Lot e I am legend. Spero esca presto anche in Italia.

Demonio Pellegrino ha detto...

Stefano, leggendo la trama di The Passage (http://www.amazon.com/Passage-Justin-Cronin/dp/0345504968/ref=ntt_at_ep_dpt_1) mi pare addirittura troppo simile a The Stand, Salem's Lot e I am legend...Pero' vedremo. Grazie per la segnalazione, non lo conoscevo!

Anonimo ha detto...

E la guida??
Pikkio
ps: perchè non riesco a commentare seriamente?

pps: bella la nuova pagina.

Demonio Pellegrino ha detto...

E' un'ottima domanda: perche'?

Anonimo ha detto...

Devo iniziare a pensarci seriamente. Se trovi una risposta prima, fammi sapere.
Pikkio.

abo ha detto...

Demonio, se non reggi la fantascienza umoristica ma non hai letto altro di Vonnegut, potresti buttarti su qualche suo titolo di altro genere, ad esempio Barbablu.
Lo stile è quello, però è una storia non fantascientifica, anzi legata al mondo dell'arte moderna e all'immancabile Seconda guerra mondiale.
Io ci provo, a invogliarti, perché Vonnegut è nel mio pantheon, e nei miei sogni lo leggono tutti.

(o magari l'hai già letto e sto parlando a sproposito)

Demonio Pellegrino ha detto...

Abo, non stai parlando a sproposito, assolutamente. Di Vonnegut non ho letto niente, a parte il mio tentativo abortito di leggere Sirens of Titan.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...