25/06/10

Vacanze e letture

Ringrazio tutti quelli che hanno lasciato i commenti in calce al post precedente coi consigli dei libri per l'estate. Mi avete proposto una marea di libri, che mi basteranno ben oltre l'estate e ne sono felice. Ho una mezza idea di come sfruttare questa cosa, ma ve la dico al ritorno.

Nel frattempo, vi comunico che ho scaricato i primi capitoli di tutti i libri consigliati che sono disponibili per Kindle (col Kindle si possono scaricare le prima venti-trenta pagine di un libro gratuitamente, e se ti piace poi l'acquisti. Magari mentre sei in spiaggia al sole...o seduto a un bar). Vi faro' sapere...

Un chiarimento: non credevo di doverlo scrivere, ma evidentemente sono una persona troppo ottimista, e la stupidita' della gente mi prende a volte alla sprovvista.

Ho ricevuto un paio di email di persone che mi dicevano che ero un uomo incolto, un bruciatore di libri e anche un po' nazista perche' avevo chiesto libri disponibili sul Kindle, e avevo messo in una lista "nazista" (giuro, me l'hanno scritto) i titoli non disponibili su Kindle. Ora, io leggo il mondo, cartaceo e non. Ho una libreria di diverse centinaia di libri, che si allarga quasi ogni settimana, anche dopo l'acquisto del Kindle. Pero' uno degli aspetti piu' fantastici del Kindle e' che e' sottile come un fumetto di Topolino, e ci stanno mille libri. E siccome io in vacanza sono abituato a leggere 4-5 libri in una settimana, la differenza tra mettere in valigia un Topolino di 300 grammi, o 4-5 volumi dal peso totale di 2-5 chili e' essenziale.

(Parentesi: recentemente ho letto The Stand - L'ombra dello scorpione - di King. Avevo comprato una prima edizione con copertina rigida in un mercatino di libri usati. Dopo averlo cominciato a leggere, mi facevano male le braccia...e mi sono comprato la versione Kindle. GRAZIE al Kindle l'ho letto molto piu' velocemente. Chiusa parentesi).

PS: di solito quelli che attaccano cosi' violentemente il Kindle, non l'hanno mai preso in mano, e confondono il piacere della lettura con il piacere del libro come oggetto. Sono due piaceri complementari, ma distinti. E' la stessa differenza tra guardare una bella foto, e vivere lo scenario ripreso nella foto.


13 commenti:

Annalisa ha detto...

Oh, Demonio, io non ho mai preso in mano un Kindle, essenzialmente perché costa una cifra (e finiamola qui: se anche costasse un euro e io non avessi l'euro, per me costerebbe una cifra, ok?).
E probabilmente ho ancora un sacco di dubbi proprio perché penso sempre che, avendolo acquistato, poi salti fuori la magia di qualcosa che costa meno della metà e fa lo stesso servizio anczi di più.
Comunque.
L'altro giorno mi sono letta tutti i tuoi post indietro nel tempo, risalendo piano piano nei mesi, perché non ho trovato nel tuo blog un bell'elenco di tag (c'è? dov'è??).
E alla fine ho fatto quello che agognavo da mesi o forse anni. Ho preso i miei sudati e nascosti risparmi e ho fatto clic.
Ora attendo.
Amazon mi dice che è tanto tanto contenta di conoscermi e di mandarmi il suo Kindle.
Vedremo.

(tutto ciò per farti sentire molto responsabile)

Demonio Pellegrino ha detto...

Annalisa, non te ne pentirai! Si', c'e' sempre qualcosa di nuovo che salta fuori e costa la meta' nel mondo delle tecnologie, ma se si ragiona cosi' non si compra mai l'oggetto e quindi non lo si usa...

Anonimo ha detto...

ciao demonio, son quello che ti ha consigliato l'ultimo di krakauer, sì tra poco mi iscrivo anche io e così vedrai il mio nick, ilfakiro, e devo dire che sono completamente d'accordo con te, specie sul kindle, di cui sono soddisfato possessore.
Continua così, e fregatene dei radical chic che peraltro non pagano mica 36 euro per un libro, ragione per cui da questa primavera, incazzato nero, ho deciso di passare a kindle......
w l'italia

Demonio Pellegrino ha detto...

Ciao anoniko/fakiro. Una domanda: tu sul Kindle leggi prevalentemente in italiano o in inglese? Quanti libri italiani sono disponibili sul sito amazon per l'Italia (dall'america non riesco a trovare libri italiani). Io sul Kindle leggo al 95% in inglese, ma mi sono sempre chiesto se un lettore italiano che non legga in ingles ne tragga beneficio

stefanoromagna ha detto...

Per i libri in italiano bisogna solo aspettare la fine dell'estate. Già ibs.it ha iniziato a vendere i primi eBooks, ma a ruota arriveranno anche tutti gli altri grandi editori. Ah, io sono un lettore che trae beneficio da Amazon nonostante la barriera linguistica.
Ho acquistato due novelle di S.K (Ur e Blockade Billy) e tre romanzi di Clive Barker (Imajica, Mister B. Gone e The Hellbound heart) e mai come in questi giorni (e col nuovo aggiornamento) sono rimasto così soddisfatto del mio Kindle.

Demonio Pellegrino ha detto...

Stefmno, se uno legge in Inglese, credo che il vatntaggio Kindle sia innegabile, anche in Italia. Non riesco ancora a capire bene quali itoli siano disponibili in italiano e con che tipo di prezzi

stefanoromagna ha detto...

Se ti riferisci a ibs.it, il catalogo è qui: http://www.ibs.it/ebook/hme/hmepge.asp

Su Amazon che io sappia libri in italiano non ce ne sono ancora, e infatti io li leggo in lingua originale.

Annalisa ha detto...

Ormai è troppo tardi per chiedersi se uno che non legge in inglese (io!) tragga beneficio dal Kindle. E' arrivato.
Oddio, devo dire che è un'esperienza quasi mistica.
Ho appena fatto bruciare la cena di stasera...

(Verifica parola: inguledu; spero che non sia un vaticinio barese)

Anonimo ha detto...

ciao demonio,
leggo prevalentemente in inglese: considera che, mistero, i titoli più interessanti non vengono quasi più tradotti in italiano. prendi la guerra in iraq, e vai su bol o su ibs a scorrere i titoli tradotti, poi fai lo stesso su kindle per i titoli in inglese. da paura. sembra che in italia l'approfondimento e la critica siano chimere.
se arrivano i titoli in italiano, bene, altrimenti resto sull'inglese, e sui cnaali non proprio ufficiali, eh eh eh.
scherzi a parte, l'ultimo libro in cartaceo che ho acquistato a inizio primavera è stata la biografia di edward teller, fisico inventore della bomba H: 36 fottuti euro. amazon in cartaceo lo vende a 23 dollari, fatevi un pò i calcoli e scoprite se i ladri sono quelli che rapinano le banche.....................
ilfakiro

Demonio Pellegrino ha detto...

Stefano, grazie!

Annalisa, BENE! ora calma e sangue freddo. Guarda il link che ha msso stefano qui sopra. Poi: di libri in italiano sne trovano anche gratis su internet: ti mando i link quandotorno dalla vacanza.

Importante: scarica sul tuo pc il programma gratuito Caliber . E' un sistema di gesione ebook che ti permette anche di scaricare giornali e riviste (anche italiani) gratuitamete in formato kindle. E soprattutto ti converte file word, html e pdf nel formato kindle.

Il kindle legge i pdf, ma non puoi allargare i font. Per cui preferisco convertire tutto.

Se hai dubbi domande o altro, scrivimi in pvt e nel limite delle mie capacita'ti rispondo. Dai!

Demonio Pellegrino ha detto...

Fakiro, mi ci sono gia' scornato con un paio di librai sul orezzo dei libri in Italia, che e' da furto. Soprattutto perche' in Italia, il paese delle prese per il culo, ormai paghi 18 euri per libri SENZA copertina rigida, libri che sono in realta' solo dei tascabili piu' grossi.

Quindi, editori italiani merda. Spero che Amazon riesca a irrompere anche in Italia e fare il culo un po' a tutti. Ne dubito pero', visto chr Amazon ha piu' volte ribadito che del mercato italiano se ne frega (giustamente, date le dimensioni).

La vera liberta' in questo campo la so conquista leggendo in lingua originale. E li' si apre il mondo.

Anonimo ha detto...

Lo scorso fine settimana sul tavolino di un baretto c'era un e-book. L'ho visto dal vivo per la prima volta. In effetti è piccolo, in effetti potrebbe essere molto comodo in viaggio. In effetti, però, continuo a pensare che non lo comprerei. Sono troppo affezionata alla carta.
Salut'.
Pikkio

Demonio Pellegrino ha detto...

Be', pikkio, e' un discorso che secondo me non sta in piedi. Perche' le due cose non sono esclusive. Come una gonna e i pantaloni: non l'indossi allo stesso tempo, ma integrano il tuo armadio, e usi l'uno o l'altra a seconda dello sfizio o della situazione.

Almeno per me e' cosi': non vedo il Kindle alternativo ai libri di carta.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...