28/09/11

Il nuovo Kindle fa paura da quanto sembra figo

Stamani (oggi pomeriggio per voi) Amazon ha annunciato i suoi nuovi Kindle (qui il live blogging dell'annuncio): il nuovo Kindle base costa 79$, quello touch screen parte da 99$, e la vera novita', il famoso Tablet Amazon che si chiama Kindle Fire costa 199$.

Ripeto: 199$.

Vedremo come andra'. Ma a questi prezzi e' chiaro che l'iStocazzo - aka iPad - il cui prezzo base e' 499$, e cioe' 300$ piu' del Kindle Fire, a casa mia non c'entrera' mai. Non e' pero' neanche detto che c'entri il Kindle Fire, che in realta' piu' che un lettore ebook, viene presentato come uno strumento per guardare film (Amazon ha lanciato recentemente il suo servizio di streaming di film e telefilm online), video e si', anche libri (proprio come l'iStocazzo, che ho sempre detto non essere un ebook reader).

Ma di sicuro se mi dovesse prendere lo sghiribizzo di comprarmi un tablet per vederci i film mentre sono al cesso (tutti i conoscenti che hanno l'iStocazzo mi dicono che questo e' l'uso maggiore che ne fanno) preferisco spendere 199$ invece di 499$.

Ah, pare che la navigazione internet sul Fire sia di una velocita' spaventosa, ma qui bisogna aspettare di toccare con mano. La novita' infatti e' che la navigazione avviene solo in parte a spese del processore del Fire, e in parte sui server Amazon (lo so, e' un'indecente approssimazione la mia, ma cerchiamo d'intenderci: qui un articolo con un po' di spiegazioni tecniche). Questa la vera novita'.

Per quanto riguarda i Kindle "veri", cioe' quelli con inchiostro elettronico (il Fire ovviamente non e' a inchiostro elettronico, ma ha uno schermo come l'iStocazzo), non trovo il touch screen particolarmente interessante. Non ne ho mai sentito il bisogno. Mi fa anche abbastanza arrabbiare la scomparsa della tastiera "fisica", sostituita sui nuovi modelli con una tastiera virtuale. Io odio le tastiere virtuali, ma forse sono vecchio.  In ogni caso la buona notizia e' che il Kindle con la tastierina rimane in vendita.

PS: per leggere quello che avevo scritto in passato sul Kindle basta cliccare la tag Kindle qui sotto.


12 commenti:

'povna ha detto...

Allora, prima di tutto le rassicurazioni: non sei vecchio. Tutti i miei alunni più cool (e non parlo di Corto Dylan Maltese, che potrebbe avere un telefono a pedali, ma di gente super-trendy come Campanellino) mi hanno confermato che loro la tastiera virtuale e il touch screen (inteso come telefono) non lo amano e che si sentono imbranati.

Quanto alle cose serie, la mela non mi tenta. Io voglio un e-reader che sia un e-reader. Per questioni di pura vista (= glaucome) uno schermo grande, certo, è qualcosa che su di me esercita fascino profondo. Anche se per gli stessi motivi preferisco l'inchiostro elettronico a ogni altra possibilità.

Demonio Pellegrino ha detto...

In realta' posso anche capire come su un lettore ebook, la tastiera sia un di piu', pero' a me piace che ci sia.

Se vuoi un ereader che sia un ereader e' ovvio che l'iStocazzo non faccia il caso tuo, cosi' come pure il Fire. Ti ci vuole il Kindle punto e basta. E considerando il prezzo attuale (79$ sono 50 euri piu' o meno), direi che la soglia psicologica del prezzo e' stata abbondantemente abbattuta.

Steve ha detto...

Dear Demon, iThisdick is a very cool product. But those bastards at Amazion are pissing me off with this insane pricing policy!
P.S.: 3 days of sun in warm Bruxelles, who cares about the rest...

Fabrizio Cariani ha detto...

Dopo un paio di anni, amo ancora molto il mio Kindle tuttavia:

per la lettura accademica il kindle standard non e' ottimale e i tablet molto meglio. Ecco cosa intendo per lettura accademica:

io leggo un volume molto alto 2/3 al giorno di articoli di 20-30 pagine. Di questi articoli raramente devo leggere tutto perche' spesso posso saltare le sezioni "background" e andare direttamente alla sostanza: la navigazione "pagina per pagina" del kindle non va bene per questo, la funzione search non e' la soluzione (perche' spesso non so cosa cercare). Devo semplicemente essere in grado di scorrere avanti e indietro. Scorrere indietro e' anche importante perche' spesso devo andare a rileggermi una definizione o una spiegazione che era 5-10 pagine prima. Insomma la navigazione nel kindle non va bene per un accademico.

Il sistema di annotazioni non va neanche bene, perche' fondamentalmente per il tipo di annotazioni che servono a me serve un computer vero e proprio (specie se magari voglio linkare un articolo a un altro articolo che ho letto). E anche per evidenziare il testo il kindle non va benissimo.

Insomma, il kindle standard mi piace un sacco ma quasi sicuramente dovro' comprare un tablet, e non per guardarci i film al cesso. Sicuramente studiero' attentamente l'ipotesi Kindle-fire (anche se avendo computer apple + iPhone e trovandomi bene, l'argomento integrazione pende un po' a favore dell'iSTocazzo, anche se l'argomento prezzo pende ampiamente a favore del KF).

Demonio Pellegrino ha detto...

Steve, che ci fai a Bruxelles???

Fabrizio, ti capisco perfettamente. Il kindle standard fa una cosa sola, ottimamemente, ma solo quella: cioe' far leggere i libri. Anche a me non soddisfa il sistema di sottolineamento del testo, ne' il sistema di annotazioni. Pero', proprio perche' in un lettore ebook non cerco nient'altro che la possibilita' di leggere libri, questi problemi non mi danno fastidio.

Certamente se dovessi lavorarci come fai tu, invece di leggere semplicemente romanzi, giornali o saggi per il mio puro piacere, avrei le tue stesse remore, e probabilmente l'iStocazzo avrebbe senso.

Ma per me il Kindle per leggere i libri resta l'opzione migliore. Per altro, non so.

Dal momento che sono membro Prime di Amazon, il Fire ha una sua logica visto che ho streaming gratuito dei film stile Netflix (che ho cancellato dopo la sparata che hanno fatto sul prezzo). ma dubito che prendero' la prima serie del prodotto.

elianto782 ha detto...

Appena ho letto la news su anobii, sapevo che avresti scritto anche tu, demonio ^_^ Mi tengo stretto il mio bellissimo Kindle 2 + custodia, bianco splendente come il primo giorno, e faccio un pensierino sul tablet, finalmente a prezzi umani e con un marchio che merita. Integrerà la funzione del kindle: non ci leggerò libri, ma riviste e fumetti, più le tante funzioni che ha in dotazione, molto utile anche per lavorarci e non portare in giro il pc ovunque. Di sicuro mi sarebbe utile, non lo comprerei perchè fa figo :D basta vedere il mio cellulare nokia scassato :D

Demonio Pellegrino ha detto...

anch'io mi tengo stretto il mio Kindle 2 con la tastiera...e per il Fire, vedremo. Mai comprare le prime serie dei prodotti...

stefanoc ha detto...

non so se hai gia riisposta alla domanda in qualche post, ma volevo sapere se sono disponibili anche i libri in italiano, o se comunque ci si possono mettere libri scaricati da internet

Demonio Pellegrino ha detto...

ciao stefano, si', ci si possono mettere tranquillamente i libri scaricati da internet. Se invece vuoi comprarli solo da Amazon, Mondadori ha recentemente concluso un accordo con Amazon per la vendita dei suoi ebook, ma non so quando cominciano.

Jakala ha detto...

Io ero interessato al tablet, visto che il kindle2 che ho mi basta e avanza, finché non si rompe rimane lui in pista.

Solo che visto il controllo stretto di Amazon su cosa vedi quando navighi pensavo più al nook color come tablet low cost.

Demonio Pellegrino ha detto...

boh. non so che dirti. Nel mio caso ha piu' senso il kindle fire semplicemente perche' sono membro Prime di amazon, e quindi ci vedrai tutta la roba aggratis.

Jakala ha detto...

Chiaro, tu vedi il vantaggio della "filiera" di Amazon e giustamente ne sei ingolosito.

Io invece lo vedrei come tablet a basso costo, utile per sostituire il mio portatile per scopi a basso valore aggiunto (navigare, guardare un filmato, leggere un pdf), quindi non mi piace la questione browser

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...