17/12/07

Alitalia - un po' di matematica

Di Alitalia avevo già parlato qui, ma stavolta vorrei fare qualche calcolo semplice seplice, ok? Seguitemi fino in fondo.

Le azioni di Alitalia sul mercato sono 1.386.697.439. Venerdi' scorso, prima che fosse sospesa per eccesso di ribasso, un'azione valeva 0.862 Euri. Il valore (nominale) della compagnia (numero di azioni*valore di un'azione) era quindi di quasi 1.2 miliardi di Eurini (1 195 333 192).

Ci sono rimasti due compratori: Airone, un'impresa italiana oberata di debiti e molto piu' piccola di Alitalia, aiutata da alcune banche italiane, e il gruppo Air-France, il gruppo aereo piu' grande al mondo.

Airone offre di pagare 0.01 Euri ad azione. In pratica offre per Alitalia una cifra pari a 13.8 milioni di Euri. Air France offre 0.35 Euri ad azione, cioè una cifra pari a quasi mezzo miliardo (485 milioni). Sempre molto al di sotto del valore nominale di Alitalia, ma inifinitamente superiore a quanto offerto da Airone.

Ancora, pare che gli esuberi proposti da Air France (i licenziamenti) siano meno di quelli proposti da Airone.

Adesso cercate di astrarre. Fate finte che siate voi a vendere un oggetto, un'automobile. Quattroruote dice che la vostra auto vale 10 000 Euri. Un compratore del vostro vicinato, che magari vi sta pure simpatico, vi offre 11 Euri (undici). Per una macchina che si dice ne valga 10 000. Uno straniero, che voi ritenete brutto e cattivo, ma che si presenta come un gentiluomo, vi offre 4060 euri (quattromilasessanta).

Considerate che voi non avete piu' i soldi per pagare l'assicurazione della macchina, ne' la benzina, non avete piu' una lira.

Quanti nanosecondi ci mettereste a decidere a chi vendere?

PS - le obiezioni "ma Air France non vuole mantenere Malpensa come Hub" sono viziate da mancanza di logica. Ma voi davvero considerate quello di Malpensa attualmente come un hub?

PS - le obiezoni "ma e l'italianità.." per me valgono ancora meno. Come consumatori italiani, preferite pagare di piu' per un servizio scandaloso (ma per un prodotto italiano) o pagare meno per un prodotto ben fatto?

17 commenti:

Demonio Pellegrino ha detto...

Leggendo sul Corriere, mi accorgo solo ora che il contenuto delle offerte cambia di ora in ora, e pare pure che ci sia una terza cordata, spuntata fuori assolutamente dal nulla.

I calcoli pero' rimangono validi. E soprattutto credo rimanga valido ili succo del discorso.

Gandalf ha detto...

tanto oramai pure la ferrarelle non e' piu' italiana... :-)

Il Nero ha detto...

Ti segnalo questa perla, un titolo di Repubblica su una dichiarazione di passera, AD di una delle banche alleate di Air One:

'Alitalia, Passera contro Air France: "Darla a loro sarebbe buttarla via" '

(via daveblog: http://www.daveblog.net/2007/12/14/il_gustoso_gioco_di_parole.html)

Demonio Pellegrino ha detto...

Gandalf, infatti. Ed e' sempre un'acqua di merda uguale.

Nero, BELLISSIMA. Che sottilissimo gioco di parole...

Vasto programma ha detto...

Demonio, non sono d'accordo. L'italianita' nel caso di industrie importanti come queste e' importante. tralasciando facili battute sul perche' svenderla ai francesi, il popolo piu' antipatico e arrogante dle mondo, dovrai convenire che NON avere una compagnia di bandiera sminuisca il peso dell'italia.

Demonio Pellegrino ha detto...

Vasto programma, io sono d'accordo sul fatto che i francesi siano il popolo piu' arrogante e antipatico del mondo. Con me sfondi una porta aperta.

Ma bisogna intenderci: cos'e' l'italianita'? Honda fabbrica la maggior parte delle moto vendute in Europa in italia, ad Atessa. Da' piu' lavoro a lavoratori italiani di Aprilia e Moto Guzzi messe insieme. Rispondimi: che cosa fa piu' bene all'economia italiana, comprare una Honda prodotta ad Atessa o un'Aprilia?

E poi, sei davvero sicuro che il nostro peso nel mondo venga sminuito dall'appartenere ad Air France? Ma se ci prendono per il culo tutti (giustamente) proprio per lo stato penoso e il servizio penoso di Alitalia attualmente??

C'e' chi dice: " non vendiamo ad Air France perche' i francesi sono talmente protezionisti che bloccherebbero un eventuale acquisto di Air France da parte di Alitalia, se le parti fossero inverse".

Verissimo: ma le parti NON sono inverse. In questa merda ci siamo noi, non Air France. Perche' anche noi italiani abbiamo sempre voluto fare gli statalisti alla francese, ma senza mai averne le palle ne' competenze. Ecco i risultati.

Dreamy ha detto...

meglio venderla ai francesi che finanziarla con soldi statali, poi comunque vendola ad air one gia oberata di debiti bisognerebbe vedere quanto durano entrambe.

mi torna in mente la storia di alfa e lancia, per non venderle all'estero hanno passato degli anni neri, con licenziamenti da ogni stabilimento, continui finanziamenti statali ed il risultato attuale è che le auto del gruppo FIAT si fabbricano in polonia a costi piu bassi e con qualità maggiore che in italia

Demonio Pellegrino ha detto...

Dreamy - infatti e' proprio come il caso Lancia e Alfa. Stavolta non si farebbe un favore agli agnelli ma un bel favorone a Toto ma soprattutto alle banche sue amiche/padrone. le stesse banche che affamano il comune cittadino sui mutui. (Commento ipersemplicista e populista, lo so. ma vero).

Alitalia perde due milioni di euro al giorno. Ce ne rendiamo conto? Al giorno!!!!!

Jetset - Libere Risonanze ha detto...

Va tutto bene, tranne il fatto che Euro al plurale fa sempre Euro e non "Euri"...

Per esempio si dice "dodici euro", non "dodici euri"...

Demonio Pellegrino ha detto...

Ciao jetset, benvenuto. Io dico EurI volontariamente, non e' un errore. So bene che i dittatori del fascismo europeo hanno deciso che il plurale debba essere Euro. Ma siccome la lingua - grazie a Dio - non e' una roba da imporre dal vertice, e siccome in Italiano il plurale esiste ed e' facile facile, io lo uso a spregio.

Un euro, du' euri, tre euri quattr'euri...

Suglir ha detto...

eheheh Demonio, sai che pure io dico euri per spregio...

Per quanto riguarda l'alitalia: a me non pare furbissimo svendere la "prestigiosa" compagnia di bandiera ad una società per quanto amica (ma forse troppo amica) che molto presto sarà nella medesima situazione di Alitalia (e che verrà sostenuta da soldi statali).

A questo punto chi e ne frega della compagnia di bandiera e anche degli amici.

Quanto poi a Malpensa, Malpensa è l'areoporto di Varese.
Chi ha deciso di mettere lì l'areoporto di Milano aveva mangiato pesante la sera prima.

Io vivo a Milano a 2 passi dall'MM e se devo prendere l'aereo, prima guardo i voli su Linate e poi prendo il treno, perchè per andare a Malpensa ci metto 40 minuti di Malpensa express + 30 minuti di MM.
Più o meno lo stesso tempo che voi impiegate per andare a Londra... (sob)

Marco ha detto...

se vince il ribasso provo a comprarla pure io!! Vinco per forza.. senti qua..
Garanzie..niente
Soldi..nulla
Licenziamenti..tutti quelli che rompono le balle..
Meglio di cosi'!!
markinga air..

Ciao Demonio!

MArk

Jetset - Libere Risonanze ha detto...

:-) Beh non credo sia per decisione dell'Accademia della Crusca che si usi il singolare...in realtà è a causa di questo governo comunista, sai, levate le tasse statali e comunali, le bollette e le rapine sulla benzina, alla fine insegnare ai cittadini quale sia il plurale dell'euro (scritto appositamente con la minuscola) è inutile in quanto nel portafoglio bene che vada ne rimane uno solo.

Giovanna Alborino ha detto...

ovvio che vendo sempre a quello di 11 mila anche se non ho soldi...
come ha sottolineato libere risonanze euro e non euri, ma forse li da te cosi si parla?
buona giornata

Demonio Pellegrino ha detto...

Suglir - Su Malpensa sono d'accordo. Localizzato nel culo del mondo. Quando vengo a Milano, Malpensa è l'ultima delle opzioni che guardo.

Mark - mettiamoci in società e l'alitalia si rileva noi.

Jetset - è un'ipotesi terribilmente valida la tua...

Giovanna - il problema è che se non vendi spendi altri soldi...quelli delle tasse...Sugli Euri ho gia' risposto!

Anonimo ha detto...

La mia paura è che venga venduta ad ToTo,chi è amico dei banchieri è amico di prodino, basta ricordarsi delle svendite dell'aziende IRI ai tempi di mortadella.
Se la alitalia passerà ad airone si creera' un monopolio su una delle rotte piu' "paganti" la Milano-Roma, e creato un monopolio da due ditte piene di debbiti e uguale ad un aumento di prezzi, meglio ai francesi... Alex

Demonio Pellegrino ha detto...

Anonimo Alex, pienamente d'accordo con te. In toto, appunto.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...