28/11/07

Taxi?

Questa rivolta improvvisa dei Taxi a Roma mi ha fatto riflettere. Leggo sul sempre ottimo blog di Claudio Cerasa, Cerazade, che in realtà tutto il discorso sulle liberalizzazioni delle licenze e i vantaggi per i consumatori è un bluff clamoroso. Perché, nel caso di Roma, per esempio, l'aumento di 1500 licenze sarebbe stato deciso da un'ordinanza comunale del 2001...e quindi era cosa pianificata da tempo, che c'entra poco o nulla con il decreto Bersani. Inoltre i prezzi sono aumentati sensibilmente (a Milano del 12.9% in un anno). Molto interessante, direi.

Interessante anche fare un paio di confronti (sempre coi dati di Cerazade). Il rapporto taxi/numero di abitanti è il seguente:

  • Roma: 2,1 taxi per ogni mille abitanti
  • Milano: 1,6
  • Londra: 8,3
  • Barcellona: 9.9

Ora, i tassisti intervestati ieri nel canaio della protesta, dicevano che erano ormai ridotti alla povertà. Io non ce l'ho con i tassisti. Fare il tassista è un lavoro duro, con orari spesso pesantissimi e sicuramente magri guadagni. Pero' mi domando, dati alla mano, come sia possibile allora che a Barcellona o a Londra i tassisti non siano tutti morti di fame ormai da tempo. Perché, ancora una volta dati alla mano, li' ci sono quattro volte piu' taxi che nelle maggiori città italiane.

Se poi si lasciano i dati per un attimo e si parla di esperienze personali, beh, io le file disumane per un taxi che faccio a Malpensa, a Fiumicino, e a Firenze non le faccio da nessun'altra parte. Poi provateci voi ad avere un taxi nel paesino vicino Pisa dove abitano i miei genitori, e ne riparliamo. Il che sembrerebbe indicare che di licenze ce ne siano poche.

Poi pero' mi viene un dubbio: quanti sono i tassisti abusivi? A me capita solo in Italia di arrivare nelle maggiori stazioni dei treni, e di essere avvicinato da tassisti abusivi che mi promettono anche la ricevuta. Non mi è mai capitato né in Germania, né in Francia, né in Inghilterra. Non sarà che se si contassero anche i tassisti abusivi, i numeri potrebbero essere molto diversi?

Tutto questo non giustifica lo siopero selvaggio, né giustifica frasi come quelle che ho sentito ieri sera alla TV proferite da un tassista che diceva che "manco una " delle promesse 500 licenze deve passare. Pero' mi chiedo se picchiando duro sugli abusivi non si possa salvare capra e cavoli.

9 commenti:

Gandalf ha detto...

Aumentare le licenze aiuta anche ad aumentare i posti di lavori, o sbaglio?

E dove si visto mai allora un paese dove una categoria di lavoratori sciopera perche' si da' lavoro ad altre persone?

mah!!!

alhandra ha detto...

Aumentando le licenze di conseguenza diminuisce la disoccupazione. Il punto è che in questo modo aumenta la concorrenza e i taxisti, che faranno anche un lavoraccio a causa del traffico, degli orari e le persone che incontrano, ma sarebbero costratti a far scendere le tariffe spesso molto alte. cosa che non vogliono assolutamente!
Secondo me, anche se ci fossero maggiori controlli sull'abusivismo, le proteste sarebbero le stesse. Paradossalmente, non si sono mai viste manifestazioni del genere contro l'illegalità ma contro la legalità!!! ah, gli italiani!

Luisa ha detto...

Io sono d'accordo con te. pero' mi domando anche perche' quando si parla di liberalizzazioni di parla solo di tassisti e barbieri. E i notai??

Gandalf ha detto...

Demonio, lo so che non c'entra nulla coi taxi, ma mi devi fare un bel post su questo

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=14048&sez=HOME_NELMONDO

e su questo

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo390121.shtml

;-P

Demonio Pellegrino ha detto...

Gandalf: ottime segnalazioni. Ottime ottime ottime. La perla della Franzoni mi era sfuggita...

Alhandra e luisa: d'accordo con tutte e due, ovviamente.

camelot destra ideale ha detto...

Le liberalizzazioni vanno fatte ovunque, ovviamente. Anche per quanto riguarda le licenze taxi.
La verità è che con il decreto Bersani sono state fatte a cavolo di cane. Si adottato un decreto - nazionale - quando la competenza sui taxi è comunale. Dunque una roba inutile.
Inoltre bisogna considerare che i tassisti - se non vado errato - per esercitare questo mestiere e procurarsi la licenza, sborsano 300.000 euro...bisogna - un minimo, solo un minimo - capirli...se immetti altri tassisti, tutti d'un botto, deprezzi la loro licenza...piuttosto vanno studiati altri meccainismi più efficaci per liberalizzare il settore...

Giovanna Alborino ha detto...

l'abusivismo e' dappertutto..
ciao demonio

Fabrizio Goria ha detto...

Ti consiglio il mio pezzo sul mio blog.
http://onemorechoice.wordpress.com

Complimenti per il blog, per la passione motoristica e per quella geografica, io sono spesso a Bruxelles, per i giovani del PPE.

Cordialmente,

FG

Demonio Pellegrino ha detto...

ciao giovanna, ciao camelot - tutto vero.

GRazie fabrizio. ora gli do un'occhiata.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...