12/11/07

Ode alla Florida (e agli Stati Uniti)

Gia’ nel settembre scorso avevo scritto in questo post della mia esaltazione per la Florida e Miami Beach. Esaltazione che confermo pienamente dopo questi dieci giorni di vacanza, che mi hanno permesso di apprezzare sia la Florida sia Miami Beach ancora di piu’.

Giovani e meno giovani, ve lo dico con il cuore in mano: se avete l’opportunita’ di andarci, fatelo, perche’ ne vale assolutamente la pena. E’ un posto meraviglioso. Il parco delle Everglades, la strada sul mare che porta fino a Key West, Key West stessa, Miami. Uno spettacolo, davvero. E in questo periodo, grazie al cambio favorevolissimo (l’Euro ci uccide in Europa, ma dal punto di vista delle vacanze negli States e’ uno spasso…sara’ questo il principio guida della BCE, che Iddio la maledica ogni giorno? Ma sto deviando…) anche abbastanza economica, se si esclude il volo.

Allora, le cose che mi hanno esaltato della Florida/Miami sono:

Le tette rifatte delle villeggianti e delle indigene. Si’, mi rendo conto che forse questa cosa non dovrebbe essere al primo posto della lista, ma vi assicuro che non ho mai visto tante tette cosi’ perfette in vita mia. Sapevo che la Florida – e Miami in particolare – grazie all’influenza latina (in America latina rifarsi le tette e’ come per noi prendere un caffe’, quasi) era molto competitiva in materia di tette, ma non ero assolutamente preparato. Gli occhi andavano per i cavoli loro. Delle tette perfette. E il primo sfigato che viene a dirmi che le tette rifatte sono brutte, gli rido in faccio. Io non sono a favore o contro le tette rifatte. Sono a favore delle belle tette allegre. E vi assicuro che queste lo erano. Tra una mela genuina ma con la buccia secca, tutta verdognola e i buchi dei vermicelli, e una bella mela rossa, tenera, ma ferma, ,bella farinosa...mmmmh io so gia’ quale mangerei. Comunque, grandi tette. E le signore non disperino: di uomini ben fatti, proporzionati e muscolosi ma non palestrati alla stupido italano ce n’erano a bizzeffe....CHE GRANDE POSTO!!!!!!!!!

Il cibo: ho mangiato come un porco, e non ho mai mangiato male. Mai. Mai una sola volta. Anzi. La cucina locale si chiama Floribbean, ed e’ un misto di cucina caraibicha e americana, ma cucinata un po’ alla “European”, come dicono loro. Risultato? Spettacolare. E poi cucina cubana, fusioni varie tra asiatiche e latine...uina delizia dei sensi. Un paradiso, lo ribadisco.

Il potere di scegliere. Sei a Miami e vuoi fare sport? No problem, c’e’ una passeggiata lungomare di circa 20km dove fare joggin, rollerblading, bicicletta, attrezzi...Vuoi stare in spiaggia a non fare una mazza? No problem, hai una spiaggia larga circa 500 metri per i 20 km di cui sopra, con acqua blu che ti aspetta...Ti piace la natura? No problem, un’ora di macchina e sei al parco delle Everglades, con alligatori a due metri da te sulla strada (non scherzo), passeggiate magnifiche....Vuoi andare ai caraibi? No problem, perche’ CI SEI GIA’. Miami e’ tecnicamente nei Caraibi...ma se non ti accontenti prendi la macchina e in un’ora sei nelle Keys....Vuoi fare snorkeling? Immersioni? No problem...la barriera corallina comincia proprio a sud di Miami. Ma che cazzo vuoi di piu’?

Il cambio euro/dollaro. Dio solo sa quanto io odi la Banca Centrale e le sue politiche assassine. Ne ho parlato diffusamente qui e qui. E non credo che l’attuale cambio favorevole all’Euro sia frutto di una politica mirata della BCE, quanto piuttosto un effetto economicamente deleterio della politica miope della BCE (con questo cambio col cazzo che esporti negli USA). Pero’ un vantaggio per il turista c’e’, ed e’ forte. Quando vai al ristorante e spendi 100 dollari...ma poi scopri che non hai speso 100 euro, ma solo 68...beh, che dire? Quando entri in un negozio e quel cappotto che ti piace tanto che costa 400 dollari non costa 400 Euro ma 275...beh, che dire? Perche’ fare vacanze magre in Europa quando puoi avere la botte piena E la moglie ubriaca andando in America??? Datemi retta: finche’ il cambio dura, le vacanze fatele negli USA. Anche contando il biglietto aereo e tutto vi costano sempre meno che in qualsiasi altro paese europeo. E il servizio e’ trecentomila volte meglio. No anzi: quattrocentomila.

Il Clima. Che dire? Che ci sono stati sempre tra i 26 e i 30 gradi, senza umidita'? E che faceva addirittura freddo secondo gli standard locali, perche' una tempesta tropicale era passata da poco? Certo, d'estate e' un forno, con tempeste e tutto. Ma uno d'estate va altrove e il problema e' risolto...

Lunga vita agli Stati Uniti d’America. Che Iddio mi aiuti a trasferirmici in pianta stabile il prima possibile. Nel frattempo, a gennaio saro' obbligato a tornare in Florida per lavoro...stavolta ad Orlando...

E' uno sporco lavoro ma qualcuno dovra' pur farlo.

13 commenti:

Giovanna Alborino ha detto...

e tu lo chiami sporco? se non facevi quest lavoro ci andavi col c**** in America...qui c'e' gente che il lavoro nemmeno ce l'ha!
comunque sei tornato? (lo spero)
un abbraccio

Cristian ha detto...

Il post non l'ho ancora letto, devo ancora decidermi se farlo o meno.

Poichè parli di un paese che amo (onestamente molto più dell'Italia) e che l'invidia per quello che potresti aver scritto è immensa, nelle prossime ore prenderò l'ardua decisione.

trippi ha detto...

mammacheinvidia!

Gandalf ha detto...

demonio, resta li' che e' meglioooooo......

anzi perche' non apriamo una societa' insieme? ;-)

Luisa ha detto...

Sei ingrassato Demonio?

Il Nero ha detto...

Le tette rifatte sono una cosa sopraffina se rifatte bene.

Demonio Pellegrino ha detto...

Ciao Giovanna...ero ironico, molto ironico sul lavoro...

Dai Cristian, non fare cosi'!!!

Trippi: dovresti chiedere al tuo uomo di portarti a Miami. Visto che adori i balli sudaticci latino americani credo che questo sia il posto giusto...

Gandalf: parliamone...

Luisa: no. Pero' non capisco come sia stato possibile. Ho davvero mangiato come un cinghialotto.

Nero: come darti torto??

pytta ha detto...

TETTE RIFATTE: ora spiegami....che gusto c'è nel palpare un seno rifatto? perfetto si, ma sempre rifatto? va bene il buon guardare, ma voglio sapere cosa passa per la testa a voi maschietti. premetto che la mia domanda è seria, non sono la solita bigotta che si fionda contro la chirurgia estetica. Io sono convinta che con moderazione si possa fare tutto, o cmq molte cose.

CIBO: mi domando se il tuo elogio, nella sua assolutezza, sia rivolto a tale cucina in quanto straniera....perchè a volte da come parli sembra che dell' Eurasia nn salveresti proprio nulla!

SCELTE: da come parli di miami sembra sia il posto perfetto. spiaggia, acqua blu, barriera corallina, belle donne, buon cibo, alligatori pronti a sgagnarti giusto per avere un brivido...insomma ubicazione favorevole da qualunque punto si analizzi il luogo. Non hai mai pensato che la bellezza di certi luoghi la si apprezzi maggiormente proprio perchè nn li si vive quotidianamente?

EURO/DOLLARO: qui nn c'è nulla da dire...

CLIMA:... e neppure qui posso dire nulla! io soffro il freddo......

trippi ha detto...

non posso più pronunciare le parole florida, california e unirle con vacanza.. sembra che tutte le che pianifico.. mi cada in testa un lavoro improrogabile! UARGH! Ora poi non avrei i soldi per il volo! Il mio uomo poi, è impegnato a fare corsi di recupero punti della patente a tempo pieno! E'incappato in un velociraptor taroccato da un comune del milanese.. ha preso 5 pappine e dovrebbe perdere 30 punti (così cerca di recuperare e accumulare tra un arrivo di multa e l'altro, in pratica una corsa contro il tempo). Comunque è assodato, è un ottima fonte di guadagno per scuole guida, comuni e imbroglioni che installano queste diavolerie!

Cristian ha detto...

@demonio: credici o no, quando lascio gli USA per tornare alla cara (?) Italia, piango sempre...

Demonio Pellegrino ha detto...

Pytta: sul toccarle non saprei dirti, percheù purtroppo non ho mai avuto il piacere. La tetta rifatta ha sempre il grande pregio di essere "allegra". Ci devo fare un posto su questa cosa delle tette tristi e allegre, perche' è un concetto molto importante. Una tetta grossa puo' anche essere triste, e una tetta piccola allegra. Ma se è grossa, e pure allegra, siamo a cavallo.

Sul cibo salvo pure la cucina eurabica, come no. Mangio tutto...e non sono esterofilo solo per il gusto di esserlo. Te lo assicuro. Ma il punto resta che la Florida e' davvero spettacolare. Con un GRANDISSIMO difetto: da giugno a settembre non si respira, c'è un'umidità insopportabile e ci sono le tempeste tropicali e gli uragani. Per cui un gran casino.

Trippi: io sono a favore dei gruppi che, dalle mie parti natie, spaccano di notte con i bastoni e le bombe fatte in casa gli autovelox. Bastardi parassiti di mmmmerda.

Cristian, non faccio fatica alcuna a crederti...anzi. Ti capisco pienamente.

trippi ha detto...

rivaluto il luddismo!! Ma in questo caso non c'è bisogno! Ci ha pensato la magistratura, che sta indagando la ditta che ha installato il marchingegno, il comune e pure i vigili! Spero vengano condannati tutti! Il mio uomo non era sul suo mezzo ma su quello aziendale, dunque ha dovuto pagare tutto subito, dunque non può neanche fare ricorso! BASTARDI BASTARDI BASTARDI!

Demonio Pellegrino ha detto...

che pezzi di stronzi. veramente.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...