16/12/09

Andare affanculo ad alta velocita'

Mi ricordo le parole che la mia futura moglie disse montando per la prima volta su un treno locale che da Pisa ci avrebbe portato in un paesino a 8 km di distanza. "Mi ricorda i treni africani".

Mi pare di capire che nulla sia cambiato. Anzi si': adesso ci prendono anche per il culo con l'alta velocita'.

Pero' come si mangia bene in Italia..

24 commenti:

Annalisa ha detto...

Bei ricordi, quando andavo all'università e ci impiegavo un'ora e mezza per 50 chilometri.
Ora che anelo alla pensione, uguale.

Demonio Pellegrino ha detto...

e se non sbaglio mi pare di aver letto qualche tempo fa che i tempi di percorrenza in Italia siano aumentati, rispetto a 20-30 anni fa, non diminuiti.

lanoisette ha detto...

e le tariffe sono aumentate in maniera spaventosa nel giro di un anno, roba del 20-30%. le tariffe dell'alta velocità poi sono completamente folli.

Demonio Pellegrino ha detto...

Ma guarda, voglio essere impopolare: che aumentino le tariffe, di per se', non mi sconvolge. Le tariffe sono molto basse rispetto ad altri paesi europei. Il problema e' aumentare le tariffe PEGGIORANDO il servizio. E' li' che uno si sente preso per il culo.

La soluzione? Come in molti casi, per l'Italia, potrebbe essere una sola: fermare le ferrovie per 3 anni, distruggere tutte le infrastrutture, e rifarle da capo, con investimenti miliardari. Che e' come dire che la soluzione non c'e'.

L'italia e' una massa tumorale nella quale la metastasi e' talmente estesa che e' ormai inutile operare.

Pero' come si mangia bene in Italia...

palbi ha detto...

ah che nostalgia di quando facevo il pendolare...anzi a pensarci bene no :)

pizzeriaitalia ha detto...

La pizzaiola - ogni giorno - si sciroppa 2 ore e mezza di auto per andare e tornare dal lavoro. Sono 90 km di strade statali e "montane" per tratta. Il treno? C'è, impiega mezz'ora di più e, al contrario dell'auto, un paio di volte a settimana decide di non partire. A caso.

Volendo si mangia bene anche a Chicago. E a Bruxelles.

Anonimo ha detto...

Nei miei anni universitari (fino all'anno scorso) pendolavo Verona-Padova solo per fare gli esami e registrarli, per cui quindici venti volte in un anno. Che fa ottanta cento volte in cinque anni.
Ecco solo tre volte il treno ha accumulato un ritardo superiore ai dieci minuti e quelle da dieci minuti in giù saranno state cinque dieci volte. Mi pare accettabile.

In effetti in Italia non è che si mangi merda.

Bertoldo

Demonio Pellegrino ha detto...

Palbi, appunto, amche no.

Pizzeria, ti credo. E si', si mangia bene.

Bertoldo,tu devi davvero vivere in una parte felix dell'Italia. Da te va sempre tutto bene, e tutto funziona alla perfezione. Ci si spostera' tutti li', che ti devo dire?

Io nell'unico anno in cui ho preso il treno ogni giorno Pisa-Firenze, partivo alle 7.07 del mattino e a volte arrivavo alle 8, a volte alle 8.45, un paio di volte alle 10. E sono 80 Km.

Anonimo ha detto...

Demonio, tu devi aver vissuto in una parte miserrima dell'ITalia. Da te è andato sempre tutto male, e tutto funziona in difetto. Ce ne andremo tutti da lì, che vogliamo fare?

Bertoldo

Demonio Pellegrino ha detto...

Bertoldo, io sono vissuto in Toscana. pizzeria e' di Roma. noisette e' lombarda. Il picchio e' del Sud. E, chi piu' chi meno, racconta storie di ordinaria disfunzione.

Sara' il Veneto l'eccellenza. Tenetevi stretto Galan. Che vi devo dire?

Anonimo ha detto...

Ma no dai, non cadere in 'sti discorsi di bassa politica.
Semplicemente non puoi dire sempre che l'Italia fa schifo e decade, non è onesto, non è completo.
Ok, sarai un oratore unilaterale, ma fai un piccolo sforzo, il prossimo post dedicalo all'Italia migliore, ci sarà pur qualcosa.
Certo riceverai meno commenti e meno compiacenti, però sarai più vero. So che ce la puoi fare.
Oppure continua a dire che siamo in eurafrica, però io verrò sempre gentilmente ed inesorabilmente a romperti i coglioni: buona educazione e malafede, così mi hanno insegnato.

Bertoldo

Demonio Pellegrino ha detto...

Bertoldo grazie per la fiducia cosi' gentilmente accordatami. Devo deluderti pero': mai ho scritto qualcosa solo per cercare il commento positivo, come tu invece lasci intendere in modo abbastanza sgradevole.

Detto questo, ci sono gia' i bollettini governativi, se quello che t'interessa e' sentir lodo alle magnifiche sorti della nostra grande Nazione.

E, per essere precisi, si parla d'Eurabia. E si', l'Italia - ma anche il Belgio, alcune parti della Francia e della Spagna - ne fanno parte.

Tu puoi tornare a commentare quando vuoi, finche' il blog esiste

Anonimo ha detto...

Almeno sul 'come si mangia bene in Italia'...credo siamo tutti d'accordo!!! pandora.

palbi ha detto...

bertoldo, verona-padova e' in effetti la linea meglio servita in Italia sulla tratta che collega venezia a milano. Treni frequentissimi e spesso in orario. Lo posso testimoniare perche' io usavo quella stessa linea partendo da treviglio in direzione milano (quindi per soli 50km)
Detto questo, ti garantisco che usandola tutti i giorni i disservizi (e gravi) si pativano lo stesso.
In ritardo pesante almeno 2 volte al mese (no non e' normale, no non e' accettabile)
In ritardo di 5 minuti almeno 1 volta su 3 (diciamo che personalmente lo posso pure considerare accettabile...per un americano non lo sarebbe ma per me sì)
Sporco (no non e' normale, no non e' accetabile)
Seduto MAI (no non e' normale ma pure questo sarebbe accettabile x me... a condizione di pagar meno il biglietto)
Riscaldamento non sempre (no non e' normale, no non e' accettabile)

A forza di fare sconti, di dire sì va bene lo stesso, il paese perde competitivita'

Demonio Pellegrino ha detto...

Pandora, si mangia da Dio. Vero!

Palbi, sei uno sfascista.

lanoisette ha detto...

io uso il treno un paio di volte al mese, sulla tratta casa mia-casa del Metallo. prendo sempre l'interregionale africano (come direbbe la signora Demonia) che ci mette 1h55 per circa 150km: è sporco, i bagni non funzionano o devi farti tutto il treno per trovarne uno aperto, nel vagone fa sempre troppo caldo o troppo freddo; a gennaio spendevo 6.50€, ora 9.20€; fino al mese scorso sulla stessa tratta l'alta velocità ci metteva solo 20' in meno perchè mancavano i binari adatti, ma costava comunque 30€ in 2^classe. unico pregio. non ha quasi mai ritardato.

e comunque si mangia da dio anche a berlino, dove i treni sono numerosi, puliti e puntuali e mi spanciavo di sushi con 13/15€.

PS - ricordo che l'Italia è l'unico paese europeo in cui la rete ferroviaria è diminuita rispetto al 1945.

Demonio Pellegrino ha detto...

Sei una sfascita anche tu.

Anonimo ha detto...

Io sui treni, non ho molto da ridire ad essere sincera. L'unico che ha SEMPRE fatto ritardo è il trenino metropolitano che prendevo a RM quando studiavo lì per il master.
Ma su IC ed ES non ho mai avuto problemi.
Vivo in un posto dell'Italia dove le cose vanno decentemente. E "quanto si mangia bene in Italia" ti pare poco???

Il pikkio

ps: Di' alla s.ra Demonia Pellegrina che viaggiare in aereo per l'Africa è praticamente la stessa cosa che andare in treno.

Anonimo ha detto...

pps: DP scrive "e se non sbaglio mi pare di aver letto qualche tempo fa ..." - Forse manchi da troppo tempo dall'Italia (vacanze a parte intendo) e ti fidi troppo di quello che leggi. Credimi, la quotidianità non è poi così tragica. Le storie di ordinaria disfunzione potrebbero essere le stesse raccontate da uno spagnolo, un francese, un tedesco, e probabimente anche da un americano (anzi, senza probabimente, sai che ne conosco tanti per via delle frequentazioni del Sr. Pikkio)
Solo che noi italiani, oltre ad essere bravi in cucina, sappiamo lamentarci meglio degli altri.
Pikkio

Demonio Pellegrino ha detto...

Il famoso chiagni e fotti all'italiana, dici?

Anonimo ha detto...

Peresempio.
Pikkio

Anonimo ha detto...

E bravo Pikkio.

Anonimo ha detto...

Ah scusa non ho firmato.
Ripeto:
e bravo Pikkio.

Bertoldo

Anonimo ha detto...

E bravo pure Bertoldo!
Il Pikkio

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...