17/09/09

Parliamone

Si chiama Gunther (e gia' si comincia malino). E' tedesco (di male in peggio) e canta in inglese con un forte accento tedesco (stiamo andando malissimo).

La sua canzone si chiama "My ding ding dong", dove "ding ding dong" sta per fava, cazzo, minchia, mentula. Il ritornello e' "you touched my trallalla', my ding ding dong" (giuro, e' tutto vero). E in piu' ha dei baffetti che lo fanno assomigliare un po' troppo all'archetipo del pedofilo belga.

Detto questo, la canzone e il video (con molte zoccole che si toccano) sono mesmerizzanti.


13 commenti:

marijena ha detto...

phuahahaha! oddio...ho le lacrime...sono felice che l'italia sia arretrata rispetto agli U.S.A, sennò andrebbe anche da noi...phuahahaha!!!! oddio...ho detto che ho le lacrime??

Galo ha detto...

Gunther è il mio mito! E' troppo bello... un mito del trash!

Demonio Pellegrino ha detto...

In realta' non so se sia famoso in america...me l'ha mandato un amico da bruxelles...

Galo, ma lo conoscevi gia'???

Ladoratrice ha detto...

Io conoscevo il video con le scene tratte da Harry Potter...

Demonio Pellegrino ha detto...

ma ero il solo a non conoscerlo sto tizio???

Mele ha detto...

Oh. Mio. Dio.

I ragazzi colle mutande rosse li hanno usati anche in un allestimento della Traviata all'Arena di Verona, sai?

Oddio... e la bottiglia alla fine?!
(Però come faccia mi sembra... poco etero.)

Demonio Pellegrino ha detto...

cioe', no Mele, scusa, in che sensa i ragazzi con le mutande rosse li hanno usati anche in un allestimento della Traviata? Hanno fatto un allestimento pop anche della Traviata??

Sei una grande, la bottiglia alla fine e' il mio pezzo preferito. Il piu' trash in assoluto.

Tra l'altro mi si segnala (grazie Sakura) che questo Gunther e' invece svedese, ed e' un ex modello.

Quindi se da un lato ho scritto una cazzata dicendo che e' tedesco, dall'altro si pone un'altra domanda: perche' un modello (?) tedesco dovrebbe parlare come KARTOFEN YA?

Non e' etero secondo te? Bah, ha comunque tanta roba attorno. Non che questo voglia dire nulla, ma sarebbe uno spreco. La bionda col piercing sulla lingua e' notevole.

Ema ha detto...

Secondo me somiglia a Borat. E' talmente ridicolo che potrebbe essere voluto.
La metafora finale dello spumante è proprio originale, dovrebbe brevettarla...

Demonio Pellegrino ha detto...

ma infatti ho dei seri dubbi sul fatto che sia voluto. Soprattutto ora che ho scoperto che e' svedese. Perche' uno svedese dovrebbe travestirsi da pedofilo belga e parlare con un accento finto germanico?

FireArrow ha detto...

Finalmente ho visto questa "perla"... :-)))

Immagini a parte (perché non c'era una tale libertà di azione-immaginazione) sono tornata indietro di trent'anni buoni. Questa poteva andare bene all'inizio degli anni '80, come tipo di musica e di ritmo. Anche se, sinceramente, fa schifo.

Il tipo (ma dobbiamo chiamarlo cantante?), più che un pedofilo belga mi sembra un omosessuale... Quanto al resto (finale compreso), beh....stendiamo un velo pietoso...
Ma come si fa a produrre simili cose???

Demonio Pellegrino ha detto...

il finale mi e' sembrato molto poetico. AH AH AH AH

Anonimo ha detto...

È, ad essere buoni, pietoso.
Sembra uno pseudo film porno di terza categoria (ma diciamo anche quarta, quinta, sesta..e non mi riferisco al davanzale delle pulzelle presenti nel video) prodotto da un ex parroco... o dal papa in persona volendo.
Seriamente c'è qualcuno che ascolta 'sta roba?
Detto questo... la bottiglia alla fine dà un tocco di raffinatezza al tutto, a parer mio.
Già, mi eclisso.
N.

Demonio Pellegrino ha detto...

Ciao N., bevenuto/a. La bottiglia e' la cosa piu' fine.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...