03/09/07

Il Vero sciopero fiscale è in America

Mentre in Italia si discute da una parte di tregua fiscale (il che implica comunque che avete cominciato una guerra, no, cari sinistri al governo?) e dall'altra a volte di sciopero fiscale a volte di rivolta fiscale a volte di fucili fiscali, in America c'e' gente che non discute ma agisice.

Ed Brown e sua moglie Elaine dal 1996 si rifiutano di pagare le tasse federali sul loro reddito, sostenendo semplicemente che non c'è nessuna legge che lo richieda. Badate bene: non si rifiutano di pagare tutte le tasse, e difatti pagano le tasse a livello statale e locale. Semplicemente sostengono che a livello federale non c'è nessun obbligo di farlo, non esiste nessun testo giuridico che lo richieda. E secondo parecchi giuristi, pare che abbiano ragione. Neanche l'IRS, l'istituto federale americano per la riscossione delle tasse, è stato capace di esibire uno straccio di legge su cui si basi l'esistenza di tutto il baraccone fiscale americano...

Ed e Elaine sono stati comunque condannati nel gennaio scorso a pagare una cifra che varia (a seconda delle fonti) tra 600 e 1.4 milioni di euro. Sulla base di cosa? Sulla base di griglie fiscali dell'IRS che calcono il reddito presunto per ogni professione (un po' come in Italia gli studi di settore). Pero' se l'IRS non ha diritto di riscuotere tasse sul reddito figuriamoci se ha il diritto di decidere arbitrariamente quanto uno dovrebbe guadagnare e pagare (per la cronaca, Ed di professione e' uno sterminatore di topi, e sua moglie un'odontotecnica).

E' dal gennaio scorso che la coppia Brown vive barricata in casa. Fuori dalla porta hanno agenti federali dell'FBI in assetto anti sommossa pronti a entrare in casa con un raid per portarli in prigione. Loro semplicemente resistono. E possono contare sull'appoggio dei vicini che li tengono informati sulle mosse degli agenti fuori.

E voi direte: ma perché semplicemente gli agenti non entrano in casa loro e basta? Beh, perché dove abitano Ed e Elaine è assolutamente legale sparare su chi entra nel tuo giardino o in casa tua senza essere stato autorizzato a farlo...per cui gli agenti rischiano davvero un bagno di sangue. Ma allora perché non tagliare semplicemente l'acqua, l'elettricità, i telefoni? Già tutto fatto. Ma i Brown sono energeticamente sufficienti grazie a pannelli solari e a schede telefoniche prepagate che vengono ricaricate senza bisogno di uscire di casa....(qui ci sarebbe da fare un post a sè su come le nuove tecnologie energetiche e non stiano rivoluzionando completamente le vecchie tattiche di assedio...)

Se volete più informazioni su Ed e Elaine e sulla loro battaglia di principio, vi consiglio di visitare il loro vlog (video blog): http://edbrownvlog.blogspot.com/. Ed e Elaine non sono soli. Al di là dell'appoggio dei vicini esistono in America circa 200-250 000 tax protestors che combattono la stessa battaglia. Credo il numero aumenterà o diminuirà a seconda di come finirà la battaglia di Ed e Elaine. Loro hanno già annunciato che preferiscono morire cosi' piuttosto che andare in prigione per non aver pagato tasse che non devono neanche pagare...

Questa è una storia profondamente americana. Ovviamente né in Italia né in Belgio potrebbe accadere qualcosa di simile: il problema da noi non è trovare una base giuridica per le tasse che paghiamo. Il problema è capirci qualcosa tra le 305 mila leggi che ne parlano...

Forza Ed! Forza Elaine! E tu Bossi, vai a fare un viaggetto da Ed e Elaine a vedere se puoi imparare qualcosa...

11 commenti:

Samoa ha detto...

Mah, mi sembra una cosa davvero assurda. Se davvero avessero ragione nel dire che non c'e' base per chiedere le tasse tutto il sistema cadrebbe. E secondo me non lo ammetteranno mai, anche se fosse vero.

Cristian ha detto...

Bel post.
God save the US.

Anonimo ha detto...

Grande America. Ma perché non sono nato li' invece che in questo schifo di continente di m...

Demonio Pellegrino ha detto...

Grazie Cristian...anche il tuo è davvero bello...

Anonimo, a volte (ma solo a volte) me lo chiedo anch'io...

Luisa ha detto...

poverini ed e elaine...in realtà è una storia d'amore molto triste...

speriamo non finisca male...

scimmia incazzata ha detto...

mi sembra assurdo che non ci sia una base legale negli US per non pagare le tasse federali! Se fosse vero, viva i coniugi... ma addio spese per la difesa ... il che di nuovo viva i coniugi ;-)

Anonimo ha detto...

bah, io non parlo bene inglese e capisco poco di quello che il calvo dice nel video sul blog. Pero' se ci fosse la legge basterebbe poco tirarla fuori, no?

Il nero ha detto...

scimmia, e' ovvio che sei un comunista per fare un commento alla cippa di legno sulal difesa. Comunque il video del calvo, come lo chiama anonimo, l'ho visto...e effettivamente pare che abbiano ragione. E poi davvero, se la legge ce', cosa ci vuole a tirarla fuori?

Comunque questa storia è un retaggio della lotta sempiterna che gli stati federati (soprattutto al sud, ma questi dove stanno?) hanno fatto contro il governo federale.

Io tifo per loro.

Anonimo ha detto...

a nero, impare a scrivere: tra la c e la è ci va l'apostrofo.

Ed e Elaine nuovi martiri.

Anonimo ha detto...

demonio, dovresti censurare nero, perche' ha dato del comunista a scimmia. a meno che per qualche ragione, tu non creda che fascista sia un'offesa, mentre comunista no

Demonio Pellegrino ha detto...

Anonimo, il Demonio è libertario, e la censura la usa solo in casi estremi. Soprattutto quando ritiene si sia passato il limite. Certamente io personalmente reputo comunista un'offesa alquanto squalificante. Purtroppo pero', nella lingua italiana comunista non è considerato un'offesa, tant'è vero che ci sono vari partiti di governi apertamente comunisti. Per cui tutto tranquillo. Magari scimmia è pure contento che lo si chiami comunista, che ne so io?

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...