17/10/07

Stelle filanti salvavita in Iraq

Mai sentita questa cosa. Pare che le stelle filanti nelle bombolette spray, quelle che si usano da bambini a carnevale, abbiano giocato un ruolo importante nelle prime fasi della guerra in Iraq, salvando varie vite di soldati americani. In pratica il soldato che entrava in una casa che poteva essere minata, prima di entrare in una stanza spruzzava verso l'alto la stella filante...se la sostanza cadeva a terra, nessun problema, via libera. Se la sostanza restava sospesa per aria, voleva dire che c'erano dei fili che avrebbero fatto scattare una bomba...

E' proprio per questo che una mamma di un soldato americano in partenza per l'Iraq ha lanciato una raccolta di queste bombolette spray, e ne ha inviate 80000 in Iraq...affinché possano essere distribuite a tutti i soldati. Ovviamente ha dovuto superare vari casini (le stelle filanti sono considerate materiale pericoloso perche' sono uno spray, e ci voleva un trasportatore particolare), ma alla fine le bombolette pare siano partite. Qui il video.

La cosa mi fa pensare come in realtà anche l'esercito più tecnologico del mondo abbia bisogno di cose banalissime che costano 3 euro per non schiattare. Un pensiero che mi disturba.

6 commenti:

Cristian ha detto...

Alla fine le cose più semplici sono quelle più utili.

trippi ha detto...

Un gioco da bambini quando la tua vita è in gioco! Una stella filante ti salva la vita, sembra quasi poetico!. Sono d'accordo con Cristian!!

Luisa ha detto...

Che belle le stelle filanti. Mi ricordo da piccola un mio compagno di scuola ci si e' quasi ammazzato sparandosele in gola...

Giovanna Alborino ha detto...

anche un vestito che costa poco non significa che non e' buono, o una donna meno bella non significa che non ha piu' valori di chi lo e'.

Demonio Pellegrino ha detto...

sicuramente hai ragione tu giovanna...pero' l'idea che la vita di un soldato dipenda da un giochetto da 3 euro mi ha fatto impressione.

alhandra ha detto...

è una notizia che ha dell'incredibile! effettivamente molto poetica ma anche impressionante.

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...