27/08/07

L'eternità di internet e le Gemelle K

Ritorno sempre sullo stesso argomento, quello dell'omicidio di Garlasco, e soprattutto sul trattamento che le due Gemelle K hanno ricevuto dai media. Lo so che ne ho già parlato qui e anche qui. Ma a costo di essere ripetitivo...

Bene, è da un po' che in internet circolavano "fotomontaggi del fotomontaggio", ritocchi del finto scatto con le due Gemelle K e la cugina morta, per il quale le K sono state linciate sulla piazza mediatica e additate come mostri. Nei ritocchi su internet, al posto della povera vittima (di cui nessuno parla piu', tra l'altro), di tutti e di tutti: la Franzoni, Olindo e la moglie, Paris Hilton, Stalin, Bush, Bin Laden, chi piu' ne ha piu' ne metta.

C'e' addirittura il blog http://gemellek.blogspot.com/ che raccoglie i fotomontaggi ma anche molto altro materiale contro le gemelle, e contiene video dei telegiornali che parlano di questi fotomontaggi dimostrando come i giornalisti non capiscono veramente un'emerita mazza rotante delle dinamiche internettiane.

Ma il punto non è questo. Il punto è che spero vivamente che le Gemelle K siano responsabili di qualcosa, gliel'abbiano fracassata loro la testa alla cugina. Perché se cosi' non fosse, se venisse fuori alla fine che comunque la cugina non l'hanno ammazzata loro, voglio capire chi risarcirà queste due tipe quando sarà possibile digitare su google "gemelle cappa" e trovare centinaia di fotomontaggi che le prendono per il culo. Per sempre (a patto che Bin non ce la faccia a distruggerci prima, ma questa è un'altra storia).

Non mi stupirei se a quel punto, se le gemelle fossero veramente innocenti, poi sbroccassero davvero e ammazzassero qualche giornalista.

Perche' la colpa non è, ovviamente, di chi ha fatto quei fotomontaggi, che fanno pure ridere. La colpa è di quelli che "sbatti il mostro in prima pagina" e poi non importa se viene fuori che non è un mostro.

Mala tempora currunt.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

ma questo benedetto fotomontaggio, pero', l'hanno fatto le gemelle, che si sono pure inventate il contesto della foto in un 'memoriale' e hanno dato il tutto in pasto ai giornalisti. io trovo che, come minimo, le gemelle hanno sciacallato sulla morte della cugina e si sono esposte, di conseguenza, alle valutazioni ed elaborazioni dei terzi. non mi pare che la rete pulluli di blog sul fratello di chiara o sull'unico indagato, alberto stasi. insomma, non vorrei che nella foga di tutelare, si finisca col perdere di vista il fatto che affinché si possa beneficiare di tutela, occorre comportarsi coerentemente con tale obiettivo. il comportamento delle gemelle k non mi pare meritevole di tutela. che sia omicidio o sciacallaggio, la punizione mediatica la trovo equa. che sia di monito per altre idiote/i

Demonio Pellegrino ha detto...

anonimo, ma io non contesto lo sciacallaggio internettiano. Figurarsi. Quello che contesto è l'atteggiamento dei giornalisti che da subito, per quel solo particolare del fotomontaggio, hanno fatto delle K le colpevoli...o comunque dei personaggi discugustosi.

Come gia' scrissi nel mio primo post sull'argomento, io non dico che queste due donne non abbiano sciacallato. E non escludo che siano colpevoli. Ma contesto la gogna immediata senza prove.

Anonimo ha detto...

come scrivevo nel post, io credo che la reazione dei giornalisti sia stata proporzionata all'azione delle gemelle K. cioé a dire, se, a poco piu' di 24 ore dall'omicidio, mi ti presenti con un fotomontaggio nel quale tu sei figa (cosa che normalmente non sei) e ci piazzi la vittima, la cosa puzza. di che puzza, da valutarsi, ma se io fossi un giornalista ci farei un bello scoop ed avrei ragione a farlo.
insomma, io non vedo nulla di male nei commenti dei giornalisti, per il semplice motivo che li condivido: dietro al fotomontaggio non vedo nessun atto d'amore, vedo sicuramente due sgallettate che sciacallano e sospetto qualcosa di peggio. se quel qualcosa di peggio non c'e', avevo diritto a sospettarlo e a scrivere sul giornale i miei sospetti. io la vedo cosi'

Demonio Pellegrino ha detto...

Se sei un giornalista hai diritto a sospettare, non scrivere cavolate solo per avere un mostro da sbattere in prima pagina. A me nessuno toglie dalla testa che sia nel caso Scattone/Ferraro sia nel caso Cogne i giornali abbiano giocato un ruolo chiave nello sviare le indagini. Ci voleva un mostro, e li hanno trovati, nonostante (almeno secondo me) le prove siano lungi dall'essere convincenti...

In questo caso le cugine hanno dato un bersaglio facile.

Cmq liberi di pensarla come si vuole. In me permane lo schifo per i giornalisti che s'indignano per i fotomontaggi o per Corona quando poi fanno peggio...

Ristacci ha detto...

Demonio,
domani ti spiego.Stasera è tardi.
Bona.

mister ha detto...

Ma smettetela di fare i moralisti del cazzo.
Siamo un paese pieno di coglioni, un paese di corona e di melite, di lucignoli e sfigati che comprano i loro prodotti.
Adesso anche il blog delle gemelle K è stato chiuso perchè dicono il gioco è bello finchè e corto. Ma non dite cazzate. Ha fatto comodo a tutti, a fatto parlare, ha fatto vendere. e di quelle ragazze? Come al solito: non gliene feregherà un cavolo a nessuno; tanto tra qualche giorno l'Italia sfornerà qualche altro personaggio ad hoc.
Ora se mi scusate torno a drogarmi, l'ha detto lucignolo.

Demonio Pellegrino ha detto...

mister, ma qui non si fa morale, e si e' in principio anche d'accordo con te....

Ti potrebbero interessare anche questi post qui:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...